Netflix mette radici in Italia e assume Elenora Andreatta di Rai Fiction per ampliare il suo pubblico

Top Ten Netflix

Netflix assume Eleonora Andreatta dirigente di Rai Fiction per i suoi originali italiani

La signora della Fiction Rai, dirigente riconosciuta e apprezzata per la sua capacità di rivoluzionare le fiction della Rai da L’Amica Geniale a Doc da I Medici a Il Cacciatore, passa a Netflix. Questa è un po’ la notizia del giorno: Eleonora Andreatta va da Rai Fiction a vice presidente degli originali italiani di Netlfix, ruolo finora occupato da Filipe Tewes, Director of Local Language Original Series Netflix, affiancando Kelly Luegenbiehl, vice presidente delle Serie Originali EMEA (Europe, Middle East, Africa).

Lascio questa azienda che è stata la mia casa da sempre – dichiara Eleonora Andreatta-   La casa del servizio pubblico che mi ha accolto e dato la straordinaria opportunità di crescere, di formare le mie competenze e metterle a disposizione di un progetto e di un sistema di valori che ne costituiscono l’essenza e ne alimentano una missione nella quale mi sono profondamente riconosciuta. Non è stato facile prendere questa decisione e so quello che lascio e quanto debbano alla Rai la ricchezza e l’esperienza che porto con me”.

Intanto la direzione è stata presa ad interim da Fabrizio Salini l’amministratore delegato della Rai e se non finirà in qualche gioco politico, la Rai potrebbe cogliere l’occasione per promuovere qualche risorsa interna magari cresciuta all’ombra della Andreatta per proseguire il lavoro iniziato. La scelta ideale per una struttura che non va rivoluzionata ma deve proseguire il buon lavoro fatto sia nel consolidare la forza della fiction tradizionale Rai ma anche nel cambiare l’approccio renderla più internazionale e appetibile sul mercato oltre agli over 50 tradizionale pubblico Rai. I Medici, L’Amica Geniale, il prossimo Leonardo ma anche Doc sono produzioni che hanno cercato di cambiare l’approccio della serialità Rai.

Per Eleonora Tinny Andreatta la sfida è portare a Netflix un po’ della sua visione oltre i rapporti personali con produttori, registi, autori che sono stati sicuramente fondamentali nella scelta compiuta da Netflix. Chissà che sulla piattaforma di streaming non arrivi qualche prodotto italiano che possa guardare agli over 30-40 e non fermarsi ai teen e che soprattutto possa avere una qualità capace di renderlo riconoscibile anche fuori dall’Italia.

Con questo ingaggio da mercato tv Netflix vuole mettere radici ancora più profonde in Italia farsi amare anche dal pubblico più generalista (vedi anche gli accordi per i film con Mediaset) e aumentare il volume dei suoi abbonati oltre le condivisioni di account tra millennials e generazione Z.