Il trailer di Big Sky, a novembre su ABC. Michael Ealy in Triage – Notizie serie tv

big sky

Notizie serie tv 14 ottobre 2020: il trailer di Big Sky, la nuova serie ABC di David E. Kelley. Michael Ealy nel cast del pilot ABC, Triage.

Big Sky sarà una delle poche novità che debutteranno a novembre negli USA in un canale in chiaro. Un mese che rappresenta un po’ il vero inizio della stagione televisiva americana, con le produzioni rimandate a causa della pandemia, e dei conseguenti protocolli di sicurezza da seguire. Big Sky è un nuovo thriller di David E. Kelley, autore e produttore dietro Big Little Lies di HBO, che debutterà dal 15 novembre su ABC.

Il canale ha rilasciato un primo trailer esteso della serie che vede, tra gli altri, Ryan Phillippe, Kyle Bunbury e Katheryne Winnick nei panni dei protagonisti. In Big Sky, la detective privata Cassie Dewell insieme all’ex poliziotta Jenny Hoyt sono in cerca di due sorelle rapite da un camionista in Montana. Ma scopriranno che non sono le uniche e dovranno fermare il killer prima che sia troppo tardi.

Big Sky si ispira alla serie di libri, The Highway, di C.J. Box, è prodotta da David E. Kelley, Ross Fineman, Matthew Gross, Paul McGuifan, C.J. Box e Gwyneth Horder-Payton per 20th Century Televisione e A+E Studios. Ecco il trailer (in inglese):

Michael Ealy in Triage, il medical drama di ABC (brutte notizie per Stumptown)

Michael Ealy (Stumptown) sarà il protagonista maschile di Triage, un pilot attualmente in produzione per ABC, prodotto da David Cornue, Erica Messer (Criminal Minds), Jon M. Chu per 20th Television. La notizia non fa ben sperare per il futuro di Stumptown, che ricordiamo è stato cancellato da ABC a causa della pandemia (qui i dettagli).

Triage è un medical drama che racconta la storia di una chirurga Finley Briar, raccontando tre periodo storici diversi all’interno dello stesso ospedale. La serie si pone l’obiettivo di raccontare l’evoluzione della medicina, attraverso le carriere, le amicizie e gli amori di Finley e i suoi colleghi che hanno popolato l’ospedale. Ealy sarà il neurochirurgo Nathaniel Price, uno degli amici di Finley Briar con la quale ha una profonda connessione personale.

Le Altre Notizie di oggi

HBO Max ha acquistato i diritti globali di Valley of Tears, una delle produzioni israeliane più costose mai realizzate. Creata e scritta da Ron Leshem (Euphoria), Amic Cohen (False Flag) Daniel Amsel e Yaron Zilberman, la serie è prodotta da WestEnd. Valley of Tears racconterà la storia vera della guerra dello Yom Kippur del 1973, attraverso il punto di vista dei giovani combattenti. Racconterà le storie di giovani soldati che sono stati strappati alle loro famiglie, in quattro storie parallele che saranno collegate insieme da una guerra sanguinaria. La serie debutterà come HBO Max Original in una data ancora non annunciata.

Casting

Ken Marino, Milan Carter e Juliet Donenfled saranno protagonisti, insieme a Julie Bowen e Stephanie Koening, di Wild Things, una comedy multi-camera attualmente in sviluppo per CBS, che ne sta producendo il pilot. Creata da Max Mutchnick e David Kohan (creatori di Will & Grace) la serie racconta di Frankie Wilde, una donna dedita alla carriera la cui vita verrà sconvolta quando deciderà di adottare Quinn, e chiederà aiuto alla sorella Mary per crescerla. Marino sarà Joe, lo scopamico di Frankie che è convinto che un giorno riuscirà a fare breccia nel cuore di Frankie. Carter sarà Lenny, l’assistente di Frankie ma anche suo sponsor agli Alcolisti Anonimi. Donefeld sarà Quinn, la bambina protagonista che ha passato la sua vita nel sistema delle adozioni.

Keenan Tracey (Bates Motel), Daniel Doheny (Alex Strangelove), Natalie Malaika (Fractured), Morgan Holmstrom e Kristy Dinsmore (Vikings) saranno i protagonisti di Day of the Dead, la serie di Syfy che si ispira al film “Il Giorno degli Zombie” di George A Romeno. La serie racconterà la storia di sei sconosciuto che cercano di sopravvivere alle prime 24 ore di un’invasione di zombie. Tracey sarà Cam McDermott, figlio di un detective che passa il suo tempo libero a svolgere dei lavoretti per accumulare soldi che lo porteranno via dalla città in cui vive. Dohney sarà Luke Bowman, il figlio del sindaco Paula Bowman. Malika sarà Lauren Howell, assistente nell’obitorio della città. Holmstrom sarà Sarah Blackwood, parte delle Forze Speciali, che scoprirà un corpo misterioso che la porterà in mezzo all’invasione di zombie. Dinsmore invece sarà Amy, figlia del dottore della città.

Billy Burke (Revolution) sarà nel cast di Maid, il dramedy di Netflix creato da Molly Smith Metzler, e prodotto dalla John Wells Prodution, LuckyChap Entertainment di Margot Robbie e Warner Bros. Maid racconta la storia di Alex una madre single che di lavoro fa la governante e ha difficoltà a arrivare a fine mese. Una serie sulla povertà, sui senza tetto e sulla burocrazia, e sull’esplorazione della povertà negli Stati Uniti, raccontata attraverso il punto di vita della protagonista. Burke sarà Hank, il padre di Alex, con la quale non ha rapporti da anni. Un uomo la cui vita è stata segnata dall’alcolismo e dalla recessione, e che ora si è affidato alla chiesa e agli alcolisti anonimi. Adesso si è risposato, ha due gemelli e non vuole più pensare al suo passato, tanto da negarlo.

Nuovi progetti

The CW sta sviluppando una nuova serie dal titolo Slay, prodotta da Regina King, nota tra le altre cose, per il suo ruolo nella serie Watchman, su HBO. Scritta da Julian Johnson e Pam Veasery (CSI: NY), la potenziale serie racconta la storia di Carson Jons, un adolescente audace, spiritoso che grazie alla famiglia della madre, possiede delle abilità soprannaturali che dovrà usare per proteggere il triangolo della Virginia (uno dei luoghi più infestati del paese) dalle forze del male.

Aziza Barnes (Snowfall) e Natasha Rothwell (Insecure) stanno sviluppando un adattamento televisivo del romanzo di Ibi Zoboi dal titolo Pride, per HBO. Pride è una sorta di rivisitazione del romanzo Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen e racconta la storia di Zuri Benitez, orgogliosa delle sue radici afro-latine. Ma questo orgoglio non basterà quando dovrà salvare il suo quartiere dalla gentrificazione. Quando la famiglia ricca dei Darcy si trasferirà vicino casa sua, Zuri non vuole avere a che fare con i figli, anche se sua sorella Janae si innamorerà di uno di loro.