Quibi, serie tv, notizie e show nello smartphone, la rivoluzione che piace a Hollywood

quibi

Quibi la rivoluzione da 10 minuti, formato breve, storie d’autore pensate per lo schermo di uno smartphone

Il futuro è nelle tue mani” si presenta così Quibi al CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas. La nuova piattaforma di streaming che arriverà il 6 aprile (speriamo in tutto il mondo e non solo negli USA ma per il momento non ci sono dettagli specifici in questo senso) fondata da Jeffrey Katzenberg e Med Whitman che paice alle star, come dimostra il video di presentazione in cui appaiono Reese Witherspoon, Guillermo Del Toro, Peter Farrelly e Antoine Fuqua.



Quibi è la crasi di “quick” “bites”, un morso veloce perche la chiave di questa nuova piattaforma sta proprio nella velocità: notizie, dating show, reality show, serialità in formato dai 5 ai 10 minuti massimo. E così come si vede nel video si può vedere ovunque nel tragitto della metropolitana, al bar mentre si sorseggia un caffè, mentre si torna a casa in taxi. Rapidamente e ovunque.

Katzenberg che arriva dal mondo Dreamworks ha potuto contare su un investimento di partenza da 1 miliardo di dollari raccolto tra i vari operatori di Hollywood con Walt Disney, Sony, Warner, Viacom, Universal tutti hanno voluto esser parte di questa nuova scommessa dell’intrattenimento. Perchè la novità è qui: non è Tv sullo smartphone ma un nuovo modo di pensare la narrazione appositamente per questo strumento.

Quindi ecco che la prospettiva verticale o orizzontale cambia quello che lo spettatore vede come in questo video di Nest di Zach Wechter su una donna che viene tormentata da un possibile intruso in casa.


L’idea di Katzenberg nasce leggendo Il Codice Da Vinci che aveva capitoli brevi da quattro o cinque pagine, permettendo così una lettura anche frammentata ma sempre completa. E questa idea ha convinto Guillermo del Toro, Steven Spielberg, Antoine Fuqua, Peter Farrelly, Catherine Hardwicke e Reese Witherspoon, solo per citare alcuni nomi.

Spielberg sta realizzando After Dark, un horror che può essere visto solo quando fa buio. Hardwicke sta lavorando a Don’t Look Deeper ambientato 15 minuti nel futuro con Don Chadel e Emily Mortimer; Farrelly prepara la commedia The Now che vedrà nel cast anche Bill Murray e del Toro sta lavorando a una storia contemporanea. Ci sarà anche una versione del Fuggitivo con Kiefer Sutherland.

L’obiettivo dichiarato è di 175 serie nell’arco del primo anno con il rilascio di almeno 3 ore di contenuti nuovi ogni giorno. Tra questi contenuti potranno esserci storie di finzione, dating show, reality ma anche reportage, inchieste, notizie e il tempo.

La piattaforma avrà un doppio abbonamento da 4.99$ al mese con pubblicità o da 7,99$ senza pubblicità e ha già venduto 150 milioni di dollari di pubblicità.

Chi vi scrive è particolarmente entusiasta e interessato alle potenzialità di Quibi. Solo con il tempo e con i contenuti proposti vedremo se questa fiducia sarà corrisposta. Nel frattempo stay tuned per tutte le future e potenziali novità di Quibi.