Recensione Gaslit, da oggi su STARZPLAY, un altro progetto del cuore con grandi star e interpretazioni

Gaslit Cosa vedere in streaming
- Pubblicità -

Recensione Gaslit, da oggi su STARZPLAY arrivano Julia Robert e Sean Penn per raccontare un pezzo la storia di Watergate dal punto di vista di Martha Mitchell.

Nel periodo in cui stanno esplodendo le cosiddette “Limited Series” che di fatto sono delle miniserie semplicemente con più episodi, da oggi, domenica 24 aprile 2022, se ne aggiunge un’altra nel calderone. Si tratta di Gaslit che da oggi sarà disponibile su STARZPLAY con un episodio a settimana ogni domenica.

Oltre a essere l’ennesima miniserie, è anche l’ennesima tratta da un podcast, Slow Burn ed è prodotta da UCP (gruppo Universal Studio Group), Anonymous Content e Slate, e negli Stati Uniti è trasmessa dal canale Starz. Sam Esmail (Mr. Robot) e Chad Hamilton sono produttori con Julia Roberts (con la sua Red Om Film), Lisa Gillan e Marisa Yeres Gill. Per trama, cast e trailer vi consigliamo di visitare la nostra scheda, cliccando qui.

Gaslit, quando un progetto del cuore prende vita e attrae grandi star

La lunga “faida” tra televisione e cinema è ormai morta da tempo, sicuramente non c’è più quella distinzione netta di qualità che portava certi attori “riusciti” a snobbare il mondo televisivo. Adesso questa contrapposizione esiste solo in termini di tempo speso per realizzare una serie o un film, molto più lungo per le prime. Chi dal mondo del cinema vuole fare un prodotto televisivo di qualità, sicuramente è ben disposto a essere protagonista di una miniserie o “limited series” così da non impegnarsi troppo e per tanti anni.

É così che ci ritroviamo una lista molto lunga di miniserie realizzate perfettamente e con interpretazioni che metteranno in crisi Emmy, Golden Globe e compagnia, così tanto che sarebbe quasi necessaria una rassegna dedicata a questo formato.

Questa tipologia di formato sembra soddisfare anche un’altra esigenza, quella di  raccontare una storia che in un film non si può raccontare, non necessariamente per la lunghezza ma proprio perchè nell’era dei blockbuster lo spazio per al cinema per storie così specifiche è sicuramente scomparso. La miniserie quindi si è candidata a colmare questo vuoto, col valore aggiunto che dicevamo prima, attrarre grandi star del cinema.

Gaslit in fondo è una di queste serie tv. Non è necessariamente un difetto, sia chiaro, ma la qualità di questo tipo di serie è quasi così scontata che risulta anche superfluo segnalarla. Di Gaslit non si può dare un giudizio di apprezzamento della storia, piuttosto, si può discutere sul perchè chi ha prodotto la serie, ha voluto concentrarsi su un’aspetto specifico dello scandalo Watergate. E’ un po come se fosse un prodotto del cuore che si è sempre voluto realizzare, e la passione e la cura che ne deriva si nota tutta.

La serie è profondamente americana proprio per la natura dello scandalo Watergate, e fuori dagli Stati Uniti riceve l’attenzione che ha proprio grazie alla trasformazione fisica di Julia Roberts e Sean Penn che ci regalano interpretazioni impeccabili. Gaslit sicuramente è un prodotto ben confezionato, spesso ha anche momenti molto simpatici che ci vengono regalati dagli “scagnozzi” molto maldestri che agivano su “ordine” del Presidente Nixon. Scene studiate alla perfezione che con l’aggiunta delle ottime interpretazioni danno vita a un prodotto certamente di qualità.

Come tutti i prodotti del cuore c’è sempre si può esagerare, vuoi perchè si è molto soddisfatti del prodotto finale, vuoi anche per adattarsi alle esigenze del canale, in termini di durata degli episodi e di quantità. Gaslit poteva essere raccontata in meno episodi, e la scelta di concentrarsi così tanto su Martha Mitchell porta alla costruzione di momenti di contorno che spesso non aggiungono molto, realizzati proprio per sfruttare le doti personali degli attori, qui Julia Roberts.

Quindi è da vedere se…

vi interessa questo tipo di storia, Gaslit non è una serie per tutti, è una serie semplicemente per chi è curioso su fatti storici profondamente americani, o almeno su una sulla piccola parte che quella coppia ha giocato nel grande scandalo che ne è emerso. Per il resto ve la consigliamo se vi ritrovate in tutto quello che è stato detto in precedenza, poi potete sempre usare l’app di TV Tips e di usare la funzione “Match” dopo aver visto la serie, con la quale potete scoprire la prossima serie da guardare, con consigli legati ai vostri interessi.

- Pubblicità -
PANORAMICA RECENSIONE
Davide Allegra
8-
Recensione Gaslit, da oggi su STARZPLAY arrivano Julia Robert e Sean Penn per raccontare un pezzo la storia di Watergate dal punto di vista di Martha Mitchell.recensione-gaslit-serie-tv-starzplay-con-julia-roberts-da-vedere-opinioni-critica