Recensione High Fidelity, la serie tv con Zoë Kravitz dal 10 settembre su StarzPlay

high fidelity

Recensione High Fidelity con Zoë Kravitz su StarzPlay dal 10 settembre con un episodio a settimana.

High Fidelity è l’ultima novità inserita nel catalogo di StarzPlay in Italia e in altri paesi europei e dell’America Latina da oggi giovedì 10 settembre, con un episodio a settimana. Nata come serie tv a tutti gli effetti, pensata per Disney+ ma poi spostata su Hulu per i suoi contenuti giudicati troppo adulti, High Fidelity è di fatto diventata una miniserie dopo la scelta di non rinnovarla, scatenando le proteste dei fan e dell’attrice protagonista Zoë Kravitz.

Si tratta della rivisitazione televisiva al femminile del romanzo del 1995 di Nick Hornby, già portato sullo schermo nel 2000 con John Cusack.

La trama

Ispirata al romanzo di Nick Hornby e al film Touchstone riletto in chiave femminile, vede al centro Rob, un’appassionata di musica e proprietaria di un negozio di dischi ossessionata dalla cultura pop e dalle classifiche Top Five che parla direttamente alla telecamera mentre racconta le relazioni passate.

Veronica West e Sarah Kucserka si sono occupate dell’adattamento, la produzione è ABC Signature divisione del gruppo Disney per Hulu (parte del gruppo), prodotta da Midnight Radio e vede Nick Hornby tra i produttori.

High Fidelity i nostri commenti

Da accanita fan di Hornby promuovo High Fidelity a pieni voti: è una miniserie godibile e piacevole, erede perfetta del romanzo e del film. Zoë è magnetica, affascinante e decisamente credibile nel ruolo della trentenne bloccata in una vita che le va stretta e la scelta di New York come location è la ciliegina sulla torta che conferisce allo show quella nota alternativa e un po’ hipster che sposa brillantemente la moda di oggi (non per niente il negozio di dischi di Rob è situato a Crown Heights, quartiere nel cuore della gentrification di Brooklyn). La colonna sonora è parte integrante della storia ed è a tutti gli effetti protagonista in alcune scene dei dieci episodi che compongono la prima stagione. La musica è una vera e propria scelta di vita, non soltanto di Rob, ma di tutti i personaggi che ruotano nel suo mondo: anche nella serie il connubio tra amore e musica è perfetto, tanto da confermare High Fidelity come un’opera cult, oggi come 25 anni fa.
Voto 8 Giorgia Di Stefano 
(founder di TV Tips, la prima App che ti consiglia la serie tv giusta per te, scaricala è gratis)

Non sono un cultore e conoscitore del romanzo di Nick Hornby e del film con John Cusack, quindi mi sono approcciato alla serie da spettatore esterno e estraneo, e nonostante la bravura e il fascino di Zoë Kravitz e la colonna sonora – complice il lavoro della protagonista, che gestisce un negozio di dischi – sicuramente in tema con lo spirito indie della serie, un po’ retrò un po’ vintage, non sono riusciti a conquistarmi la storia e i personaggi, nonostante il mio animo da inguaribile romantico.
Voto 7 Federico Vascotto

Il Cast

  • Zoë Kravitz: Rob
  • Jake Lacy: Clyde
  • Da’Vine Joy Randolph: Cherise
  • David Holmes: Simon

High Fidelity

Come Vedere Starzplay

Starzplay è un canale che si trova all’interno dell’applicazione Apple TV, ha un costo mensile di 4,99 € con 7 giorni di prova gratuita. Il servizio è disponibile all’interno dell’app Apple Tv scaricabile su tutti i dispositivi Apple con l’ultima versione di iOS (iPhone, iPad, Apple Tv), su Fire Stick di Amazon (ma non permette l’acquisto in-app quindi è attivabile solo da dispositivo Apple o da browser), su Smart Tv Samsung e su altre chiavette.

Il canale StarzPlay è presente anche su RakutenTV sempre al costo di 4,99 € al mese con 7 giorni di prova gratuita e anche in questo caso senza alcun collegamento con gli altri due sistemi.

Infine è disponibile un App per iOS e Android sempre a 4.99 € che permette la visione su dispositivi mobili non apple ma non ha alcun legame con il canale ed è possibile usarla anche via browser al sito staz.com/it/it (se si ha StarzPlay via Apple Tv con FireStick e nessun dispositivo Apple occorrono due abbonamenti).