Recensione Omicidio a Easttown, Kate Winslet domina una grande serie da piccolo centro città

omicidio a easttown
- Pubblicità -

Omicidio a Easttown – Mare of Easttown da oggi 9 giugno su Sky e in streaming su NOW la miniserie con Kate Winslet – Ecco i nostri commenti

Debutta oggi, mercoledì 9 giugno, su Sky Atlantic on demand e in streaming su NOW Omicidio a Easttown – Mare of Easttown attesa miniserie HBO che dopo il grande successo di pubblico c’è chi già immagina possa diventare una serie tv vera e propria (ma per il momento non c’è nulla di concreto).

Creatore della serie nonché sceneggiatore, showrunner e produttore esecutivo è Brad Ingelsby (Tornare a vincereIl fuoco della vendetta – Out of the furnace) mentre la regia è di Craig Zobel (The HuntManglehornThe Leftovers) e la musica parla “italiano” essendo stata realizzata da Lele Marchitelli (The Young PopeLa Grande BellezzaLoro).

- Pubblicità -

Omicidio a Easttown il dramma al centro

Siamo in un piccolo centro alla periferia di Philadelphia dove Mare Sheehan è una detective della locale polizia, conosciuta da tutti e famosa per aver realizzato un tiro da record durante una partita di basket del liceo ormai 25 anni prima. Si ritroverà a indagare sull’omicidio di una giovane madre mentre è ancora perseguitata dalla sparizione di una ragazza, figlia di una sua amica, da oltre un anno. Un caso che ha spaccato una comunità molto unita in cui tutti si conoscono e sanno tutto degli altri.

I Nostri Commenti

Mare of Easttown o come è stato (giustamente) modificato da noi Omicidio a Easttown è un’intensa miniserie in 7 episodi che mostra una Kate Winslet che giganteggia nei tormentati panni di una donna semplice, intelligente, tenace ma con un’ombra che le consuma l’anima e l’ha resa la donna cinica e distaccata di oggi. Imperniata su una struttura canonica, tra colpi di scena e cliffhanger, la grande forza di Omicidio a Easttown sta nella descrizione di un piccolo centro da incubo, in cui la privacy è un miraggio e tutti sanno tutto.

Lontano dallo sfarzo di New York o Los Angeles, la miniserie costruisce un dramma più umano capace di toccare le corde più profonde e al tempo stesso di tenere alta l’attenzione. Non c’è solo il caso da affrontare c’è anche la vita da raccontare. Grazie anche all’ottimo cast da Kate Winslet a Jane Smart da Evan Peters a Julianne Nicholson, Mare of Easttown rientra in quella ricerca della qualità d’autore ma al contempo popolare intrapresa da HBO (e non a caso è stata anche un successo di pubblico). La cura del dettaglio, apprezzabile nei gesti più semplici, nei movimenti degli occhi durante una discussione, nel controscena, è la rappresentazione empirica di una serie tv di qualità. Voto 9 Riccardo Cristilli

Kate Winslet torna dopo 10 anni in tv e su HBO (dopo l’ottima Mildred Pierce) con un’interpretazione altrettanto sfaccettata, complessa, di una donna resa ruvida dalla vita ma che non manca di mostrare la propria vulnerabilità. La miniserie mescola il caso della storia con la vita quotidiana della cittadina, che come la popolare Twin Peaks viene sconvolta dall’omicidio di una ragazzina, facendo emergerne tutti i segreti più torbidi dei suoi abitanti. Tutti si conoscono, tutti sanno tutto di tutti, per prima la Marianne del titolo, ed è proprio attraverso questa estrema intimità e questa tematica familiare che tutti i nodi alla fine vengono al pettine; non slegando il caso dalla cittadina, il giallo dalla vita dei protagonisti, perché legati indissolubilmente a doppio filo. Voto 9 Federico Vascotto

Kate Winslet è magnifica e magnetica nel ruolo di Mare, personaggio pazzesco e con mille sfaccettature. Una donna fragile ma estremamente coraggiosa, tenace ed empatica. Questo motivo, da solo, basterebbe per consigliare la visione di Omicidio a Easttown, ma non è certo l’unico. La serie è avvincente al punto giusto, supportata da un’ottima regia e una sceneggiatura impeccabile. Pur non essendo un’appassionata di
murder-mistery, ho adorato questa serie, capace di piazzare i colpo di scena nei punti giusti e di mantenere alto e vivo l’interesse dello spettatore nell’arco di tutti gli episodi. Un’altra scelta azzeccatissima da parte di Sky, un altro ottimo titolo HBO, che come sempre è sinonimo di qualità. Voto 8 Giorgia Di Stefano (Founder di TV Tips, la prima App che ti consiglia la serie tv giusta per te: scaricala, è gratis!)

Credo sia abbastanza chiaro ripetere l’ovvio, Omicidio of Easttown è il classico stile HBO, ottima in tutti i fronti, ottima nella sceneggiatura, ottima nella scelta degli attori e si inserisce perfettamente in quello stile sporco dell’America rurale che sempre di più è protagonista e sfondo di thriller molto interessanti, un marchio di fabbrica HBO, insomma. Kate Winslet è straordinaria nel ruolo di Mare, capace di comunicare con gli sguardi qualsiasi stato d’animo della protagonista, capace di passare in un microsecondo dall’atteggiamento da dura, alla fragilità di una madre che ha perso un figlio. Omicidio a Easttown è sempre un thriller, è adulto, sa sorprendere ma senza mai diventare banale, sfruttando anche la semplicità stessa dei personaggi, che rendono tutto naturale e semplice, anche la risoluzione del mistero stesso, non c’è modo migliore per realizzare una serie. Davide Allegra – Voto 9

Il cast

  • Kate Winslet: Mare Sheehan
  • Julianne Nicholson: Lori Ross
  • Jean Smart: Helen Fahey
  • Angourie Rice: Siobhan Sheehan
  • David Denman: Frank Sheehan
  • Neal Huff: Dan Hastings
  • Guy Pearce: Richard Ryan
  • Cailee Spaeny: Erin McMenamin
  • John Douglas Thompson: Carter
  • Joe Tippett: John Ross
  • Evan Peters: Colin Zabel
  • Sosie Bacon: Carrie Layden
  • James McArdle: Mark Burton
- Pubblicità -