Recensione Ted Lasso la divertente (e assurda) comedy sportiva dal 14 agosto su Apple Tv+

ted lasso

Recensione in anteprima di Ted Lasso la comedy con Jason Sudekis dal 14 agosto su Apple Tv+

Un coach di football americano diventato famoso con un video virale, si ritrova ad allenare una squadra di calcio in Premier League in Inghilterra senza nemmeno conoscerne le regole. Parte da qui Ted Lasso la divertente nuova comedy Apple Tv+ in arrivo dal 14 agosto con i primi 3 episodi in tutti i paesi in cui il servizio è presente con i successivi che avranno un rilascio settimanale.

La serie tv nasce da un promo di NBC News per lanciare l’arrivo della Premier League sul canale, con Jason Sudekis nei panni di Ted Lasso che riprende il ruolo e ha creato la serie tv con l’esperto di comicità Bill Lawrence (Scrubs). Un modo per scherzare su due mondi diversi, su due sport diversi che hanno “lo stesso nome”: football. Il doppiaggio della serie è presente, anche se ancor di più in questo caso tra accento inglese e americano la lingua originale è decisamente preferibile.

La Trama

Ted Lasso è un coach del Kansas che viene ingaggiato da un club di Premier League per guidare la prima squadra. La proprietaria è l’ex moglie dello storico presidente che ha un piano ben preciso per vendicarsi del marito e si ritroverà a fare i conti con l’entusiasmo di questo nuovo allenatore.

Recensione Ted Lasso, le prime impressioni sui primi tre episodi

Ridere con il pallone. Non sempre è facile visti i milioni che girano intorno a questo sistema e la passione dei tifosi. Per questo potevano provarci solo gli americani dando vita a Ted Lasso una comedy nata da uno sketch e purtroppo nonostante i tentativi non riesce a liberarsi di questa formula. La serie è così costruita come un enorme sketch, esagerata nei toni, assurda nell’idea di fondo, moderata per altri aspetti, cercando sempre la battuta giusta per far ridere. E talvolta sforzandosi fin troppo.

Ted Lasso è divertente, fa sorridere lo sforzo di quest’uomo normale, semplice, di immergersi in una realtà che non gli appartiene e la forza della sua umanità nascosta in piccoli gesti sarà la formula del suo successo. Ted si prende cura della presidente, del benessere mentale dei suoi calciatori, dialoga con un’assistente ignorato sempre da tutti, ma fatica a entrare in contatto con l’anima vera dello spogliatoio, confuso da uno sport che non conosce, dall’influenza di giornali e tabloid su questo mondo. Ted Lasso non è solo il protagonista ma l’americano seduto in poltrona che guarda il calcio e non sa cosa sta guardando. Esperti di film epici sportivi in qui l’outsider riesce sempre a conquistare tutti, gli americani provano a fare lo stesso nel calcio puntando, per fortuna, sulla risata. Ma il rischio di banalizzare un mondo che non conoscono è dietro l’angolo. Voto 7 Riccardo Cristilli

ted lasso

 

 

 

 

Ted Lasso rappresenta un po’ la serialità affascinante, semplice, leggera che Apple TV+ sembra aver scelto come stile che la contraddistingue. Una serialità a cui spesso manca quel qualcosa in più che rende una serie indimenticabile, quella caratteristica che la contraddistingue nell’enorme panorama seriale che ci ritroviamo. E questo non è necessariamente un difetto, anzi, semplicemente sono serie che possono avere il potenziale di diventare popolari, alcune più di altre.

Ted Lasso rientra in quel gruppo di serie che probabilmente non diventerà popolare, quel gruppo di serie che si guardano con piacere e che si dimenticano dopo la conclusione. Il motivo è semplice: è uno standard, rientra nella categoria di serie che usano l’annosa “rivalità” linguistica che esiste tra gli americani e gli inglesi. E Ted Lasso è riassumibile proprio all’interno di questo concetto, è così che senza stupirci ci ritroviamo il classico sarcasmo americano che genera battute sul football, nelle due versioni, sul tè, sul modo di parlare. Quel sarcasmo che fa ridere, ma che non aggiunge alcun elemento di novità, forse solo il contesto. Ted Lasso ha però anche una storia serializzata, composta da personaggi che non possono che essere sopra le righe, in caso contrario quel sarcasmo non funzionerebbe. Sarà sicuramente in fondo alla lista delle serie da consigliare, ma sicuramente è in una buona posizione in quella lista di serie che si guardano facilmente per poi passare ad altro. Voto 7- Davide Allegra.

Il Cast

  • Jason Sudeikis: Ted Lasso
  • Stephen Manas: Richard Montlaur
  • Phil Dunster: Jamie Tartt
  • Brett Goldstein:  Roy Kent
  • Brendan Hunt:  Coach Beard
  • Bradley Wj Miller: Ronnie
  • Jade Mitchell: Brandi
  • Juno Temple:  Keeley Jones
  • Hannah Waddingham:  Rebecca
  • Bronson Webb:  Jeremy
  • Jeremy Swift:  Higgins
  • Nick Mohammed:  Nathan

Come Vedere Apple Tv+

Apple Tv+ ha un costo mensile di 4,99 € con 7 giorni di prova gratuita. Il servizio è disponibile all’interno dell’app Apple Tv scaricabile su tutti i dispositivi Apple con l’ultima versione di iOS (iPhone, iPad, Apple Tv), su Fire Stick di Amazon (ma non permette l’acquisto in-app quindi è attivabile solo da dispositivo Apple o da browser), prossimamente su Smart Tv Samsung e su altre chiavette. Apple Tv+ è disponibile anche via browser (Chrome, Safari e Firefox), sul sito ufficiale a questo link dove trovate tutti i modi per abbonarsi. Chi acquista un nuovo dispositivo Apple avrà tre mesi di Apple Tv+ gratuito in omaggio per poter vedere i titoli originali della mela morsicata ovunque vorrà e sul dispositivo appena acquistato.