The Loudest Voice, la miniserie su Roger Ailes dal 4 dicembre su Sky Atlantic

The Loudest Voice
Russell Crowe as Roger Ailes in THE LOUDEST VOICE, "2001". Photo Credit: JoJo Whilden/SHOWTIME.

The Loudest Voice, dal 4 dicembre su Sky Atlantic arriva la miniserie in cui Russell Crowe si trasforma in Roger Ailes.

Una delle migliori serie del 2019 sta finalmente arrivando in Italia e si tratta di The Loudest Voice, la miniserie di Showtime che racconta la storia di Roger Ailes, il fondatore del canale all news americano FOX News. La miniserie andrà in onda su Sky Atlantic a partire dal 4 dicembre, a ritmo di due episodi a settimana (la serie ha 7 episodi).


The Loudest Voice, la trama

La serie racconta l’ascesa e la caduta di Roger Ailes, che è stato il responsabile del successo del canale FOX News, facendolo diventare uno dei canali all news più potenti e influenti della storia americana. La serie si concentra sul periodo in cui Ailes diventa uno degli esponenti più importanti dei conservatori americani. Nella serie vedremo anche come Ailes ha gestito la copertura giornalistica di eventi come gli attentati dell’11 settembre, le presidenziali del 2008 e quelle del 2016 che hanno visto trionfare Donald Trump. Infine la serie tratterà anche le accuse per molestie sessuali perpetrate durante la sua carriera, e soprattutto il caso di Gretchen Carlson che è stata la prima donna a denunciarlo.

Recensione The Loudest Voice – I nostri commenti

The Loudest Voice è uno di quegli esempi di serialità d’autore che è così perfetta che è anche superfluo parlarne. Ok, gli eventi sono realmente accaduti, quindi la sceneggiatura non è frutto dell’invenzione dello sceneggiatore. In serie come questa, infatti, la caratterizzazione dei personaggi e il lavoro del cast sono gli elementi importanti. E in quanto a cast The Loudest Voice può vantare di un nome di spicco come Russel Crowe. Crowe in questa serie non è Crowe, ma è Roger Ailes, l’attore non ha solo subito una trasformazione fisica impressionante, ma interpreta il personaggio divinamente, facendone spiccare la sua follia, la sua mania, in ogni mossa e in ogni sguardo: tutte caratteristiche di un uomo che crede di avere il mondo ai suoi piedi. The Loudest Voice è tutto quello che un appassionato di storie di giornalismo, e realizzazione e gestione di un canale tv, può chiedere, il tutto con un cast straordinario come ciliegina sulla torta. Voto 9 Davide Allegra.

Siamo in piena epoca “#MeToo”, gli scandali sessuali sono un tema succoso per film e serie tv. Al di là del riflesso sulle vittime di quanto accaduto, che nessuno vuole sottovalutare, c’è un aspetto quasi necessario in questi progetti per fare in modo che determinate situazioni non si ripetano, non siano più la normalità in determinati ambienti di potenti e soprattutto spingere le vittime a denunciare. Ma non necessariamente tutto questo deve coincidere con documentari, inchieste od opere di fiction impegnate. E in questo gli anglosassoni sono bravissimi: raccontare la realtà senza scadere nella retorica e nel documentario. The Loudest Voice è una storia vera ma potrebbe tranquillamente essere finzione. Un racconto avvincente costruito come se fosse un thriller in cui pur sapendo tutto, conoscendo dove voglia arrivare, non riesci a staccarti un secondo. Questa è grande serialità. Voto 8.5 Riccardo Cristilli

Il cast

  • Russell Crowe: Roger Ailes
  • Seth MacFarlane: Brian Lewis
  • Sienna Miller: Beth Tilson Ailes
  • Simon McBurney: Rupert Murdoch
  • Annabelle Wallis: Laurie Luhn
  • Aleksa Palladino: Judy Laterza
  • Naomi Watts: Gretchen Carlson