Utopia su Amazon dal 30 ottobre, i nostri commenti alla versione americana della serie tv cult

recensione utopia

Recensione Utopia la serie tv su Amazon Prime Video Italia dal 30 ottobre, adattamento di una serie cult inglese

A oltre un mese dal rilascio americano, arriva anche su Amazon Prime Video Italia Utopia serie tv in 8 episodi ispirata all’omonima serie tv inglese. L’adattamento è realizzato da Gillian Flynn (Gone Girl, Sharp Objects), apprezzata sceneggiatrice e autrice letteraria.

La serie è un thriller cospirativo che ha al centro un virus che si sta diffondendo colpendo i bambini in alcune zone degli Stati Uniti. Probabilmente non è stato proprio il periodo più adatto a una serie di questo tipo e infatti ogni episodio è introdotto da una scritta in cui si specifica che si tratta di una serie tv non legata alla pandemia attualmente in corso nel mondo.

Abbiamo una newsletter sulle serie tv e arriva ogni sabato. Clicca qui per iscriverti, è gratis.

Utopia – la trama

Al centro della storia c’è un gruppo di appassionati di fumetti conosciutosi online grazie all’ossessione comune per un fumetto, apparentemente di finzione, intitolato “Utopia”. Ian (Dan Byrd), Becky (Ashleigh LaThrop), Samantha (Jessica Rothe), Wilson Wilson (Desmin Borges) e Grant (Javon “Wanna” Walton) saranno capaci di portare alla luce messaggi nascosti nelle pagine di “Utopia” che predicono una minaccia per l’umanità. Si renderanno presto conto che non si tratta solo di un complotto, ma di pericoli reali nel loro mondo.

Il gruppo si imbarcherà in un’avventura che li porterà a ritrovarsi faccia a faccia con la famosa protagonista del fumetto, Jessica Hyde (Sasha Lane), che si unirà alla loro missione per salvare il mondo celando lei stessa altri segreti.

Recensione Utopia – I nostri commenti

Per quei pochi che hanno visto l’originale e se lo sono passato in modo “piratesco” consigliandoselo quando lo streaming era ancora roba da nerd, il consiglio è di approcciarsi a Utopia con moderazione, come dovrebbe fare un romano davanti ai resti antichi nelle altre città: dopo il primo iniziale rifiuto si può imparare ad apprezzare quello che si ha davanti. Utopia versione USA si apprezza con il passare del tempo e delle puntate e soprattutto con lo sviluppo e l’introduzione dei personaggi di Rainn Wilson e John Cusack, vere e proprie gemme per questa serie.

Nel complesso Utopia è un prodotto che blandisce la nicchia senza conquistarla, seduce la massa senza affascinarla, una serie che vive nel mezzo, che stempera gli eccessi e le libertà inglesi e spinge l’acceleratore sull’animo complottista e sul thriller. Probabilmente rispecchia in parte la vecchia missione di Amazon, più votata alla ricerca di una serialità d’autore ma poco popolare, fusa con quella attuale di rincorsa al pubblico di massa dello streaming. Voto 6.5 Riccardo Cristilli

Mi permetto di confessarlo qui: pur essendomi stata consigliata da più persone all’epoca, forse per i mezzi pirateschi di cui sopra, ho recuperato la serie originale di Utopia solo di recente, in occasione dell’arrivo del remake americano di Amazon. E quindi la visione “ravvicinata” ha acuito ancor di più quanto espresso dai miei colleghi: apprezzo anche io l’intento di Amazon nel riscrivere una storia già cult, ma sembra che Gillian Flynn si sia preoccupata troppo di ricalcare il più possibile l’originale, o comunque gli elementi che lo avevano reso un cult, senza riuscirci per davvero, perché non ci ha creduto fino in fondo e non ha avuto il coraggio di rivisitare davvero la storia rendendola in qualche modo nuova, indipendente, che riflettesse in modo diverso i tempi che viviamo. Non bastano i personaggi di John Cusack e Rainn Wilson a dare quel “qualcosa di nuovo” che un remake deve sempre avere. Voto 6,5 Federico Vascotto

Premessa: sono tra quei nerd che, prima dell’avvento delle piattaforme di streaming odierne, avevano adorato l’Utopia originale. Di nicchia sì, ma una serie tra quelle da vedere assolutamente se si ama questo mondo. Fumetto e serie tv: la combo perfetta. L’annuncio di una nuova Utopia, ammetto che mi aveva lasciato un po’ spiazzata, come quando sai che uscirà il film (o la serie) tratta dal tuo romanzo preferito e sai già che non sarà all’altezza delle aspettative. E così è stato, ma non del tutto. Ho apprezzato il coraggio di Amazon Prime Video nell’approcciarsi a questa serie e alla fine non mi è dispiaciuta. Se non esistesse un’Utopia prima, probabilmente sarei più soddisfatta, ma alla fine la promuovo con una sufficienza piena, grazie soprattutto alla punta di diamante John Cusack. Un titolo come questo conferma ancora una volta la volontà di Amazon Prime Video di fare quel passo più verso serie tv di nicchia e perfette per i veri appassionati meno avvezzi ai titoli mainstream o alle pseudo soap spagnole.
Voto 6.5 Giorgia Di Stefano
(founder di TV Tips, la prima App che ti consiglia la serie tv giusta per te: scaricala, è gratis!)

Il Cast

  • Dan Byrd: Ian
  • Ashleigh LaThrop: Becky
  • Jessica Rothe: Samantha
  • Desmin Borges: Wilson Wilson
  • Javon “Wanna” Walton: Grant
  • Sasha Lane: Jessica Hyde
  • John Cusack: il dottor Kevin Christie
  • Rainn Wilson: dottor Michael Stearns
  • Farrah Mackenzie: Alice
  • Christopher Denham : Arby
  • Cory Michael Smith: Thomas Christie.
PANORAMICA RECENSIONE
Riccardo Cristilli
6.5
Articolo precedenteTruth Seekers su Prime Video: basta una risata per scacciare i fantasmi
Articolo successivoUn’estate in Provenza la trama del film stasera venerdì 30 ottobre su Rai Movie
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Chi Siamo" sopra nel menù, o in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.