Report video dei servizi ieri lunedì 25 gennaio in tv: Covid, vaccino, il patto della Lega e il patron di Helbiz

Report Rai 3

Report i video dei servizi di lunedì 25 gennaio su Rai 3 tra Covid, vaccini e monopattini

Nuovo appuntamento lunedì 25 gennaio su Rai 3 con Report e le inchieste guidate da Sigrifido Ranucci in studio, questa settimana tra i temi trattati ci sono i monopattini di Helbiz, il programma vaccini e ancora il Covid.

I video dei servizi di Report del 25 gennaio

Lunedì 25 gennaio nuovo appuntamento con Report e le sue inchieste. Tra cui “Era solo un’influenza?” di Giulio Valesini, Cataldo Ciccolella, Norma Ferrara che parte dalle indagini della procura di Bergamo che hanno portato la Guardia di Finanza nelle stanze del ministero della Salute e dell’Iss. I funzionari che hanno gestito la prima ondata devono spiegare perché non hanno risposto immediatamente alla nota dell’Oms che il 5 gennaio dell’anno scorso diceva: “Prendete in mano i piani pandemici”. Report è in grado di rivelare che per diverse settimane il nuovo virus fu sottovalutato e ancora a inizio febbraio un verbale della task force che supportava il ministro Speranza lo assimilava a una influenza. Nel frattempo la difesa dell’Oms alle richieste di trasparenza fa sempre più acqua, al punto da usare documenti confidenziali pubblicati proprio da Report, ma cambiandone la data. E per il whistleblower Francesco Zambon, che aveva denunciato la tentata manipolazione del rapporto sull’Italia, non è ancora chiaro cosa riserva il futuro. Guarda qui il servizio

Nelle Mani del Vaccino di Manuele Bonaccorsi e Lorenzo Vendemiale con la consulenza di Ludovica Jona e la collaborazione di Marzia Amico, prosegue l’inevitabile racconto dell’era Covid con i vaccini, efficaci si ma che non si sa se fermeranno la trasmissione del virus. Infatti, nonostante ogni giorno nel mondo vengano effettuati milioni di tamponi, proprio per intercettare gli asintomatici, i volontari dei trial clinici sono stati testati solo in caso di sintomi. La conseguenza? Non sappiamo se il vaccino ci protegga solo dalla malattia o anche dall’infezione e quindi se potremo raggiungere l’immunità di gregge. Con testimonianze dei volontari e interviste ai massimi esperti americani ed europei che hanno valutato i vaccini, l’inchiesta racconterà come sono avvenuti i trial di Pfizer e Moderna, e quale impatto il vaccino potrà avere nella lotta contro l’epidemia. Report, inoltre, in collaborazione col collettivo di giornalisti investigativi Behind the Pledge, svelerà in esclusiva i cosiddetti “EmaLeaks”, mail e documenti interni da cui emergono le pressioni politiche sull’Agenzia europea del farmaco per accelerare il processo di autorizzazione. Pressioni avvenute proprio mentre i commissari dell’Ema riscontravano alcuni problemi nella produzione del vaccino Pfizer. Guarda qui l’inchiesta

Il Mago di Helbiz di Daniele Autieri con collaborazione di Federico Marconi si parlerà dei monopattini con lo sharing arrivato in Italia. L’amministratore delegato di Helbiz è a Salvatore Palella, è nato ad Acireale 33 anni fa e oggi guida un gruppo mondiale dal suo ufficio al 32° piano di un grattacielo di Wall Street, a New York. La storia della Helbiz si intreccia con quella di tanti personaggi del jet set e dello sport italiano, da Alessandro Del Piero che offre il suo volto per uno spot, a Marco Borriello, tirato in ballo nella lista dei possibili investitori. Dal passato di Palella emergono però numerose ombre e relazioni con figure vicine alla criminalità organizzata e personaggi dal passato controverso. La società ha una holding di controllo nel Delaware, che scherma l’identità dei suoi azionisti, mentre sulla testa di Palella pende una richiesta di class action, presentata presso la District Court di New York City, per un’avventura imprenditoriale finita male nel mondo delle criptovalute. Alla luce di questo e molto altro, chi c’è realmente dietro la Helbiz? Con quali capitali viene finanziata l’azienda? E soprattutto, che responsabilità hanno le pubbliche amministrazioni e lo stato italiano nelle mancate verifiche sulle società incaricate di condurci nella mobilità del futuro? Puoi rivedere qui il servizio

L’accordo di Luca Chianca affronta il tema del  patto generazionale tra Umberto Bossi e il nuovo segretario della Lega Nord, Matteo Salvini. Un accordo noto a molti, ma che nessuno ha mai potuto leggere. L’accordo nasce due anni dopo l’inchiesta sui fondi pubblici che ha sconvolto il partito. Dopo Bossi, arriva Maroni, poi Salvini che nel 2013 viene eletto segretario federale. L’anno dopo si siedono davanti a un tavolo per decidere del futuro politico del senatur. Salvini promette 450 mila euro all’anno per mantenere lo staff composto dagli autisti e dalla segreteria del presidente della Lega. In cambio l’ex avvocato di Bossi, Matteo Brigandì, rinuncia a 6 milioni di euro di mancati pagamenti proprio dalla Lega Nord. Soldi che già nel 2014 sono fondamentali per le casse del partito, che rischia, come poi è successo, di vedersi sequestrare ben 49 milioni. Report ha ricostruito la storia dell’accordo grazie all’intervista esclusiva a Francesco Belsito, l’ex tesoriere del partito travolto dallo scandalo, unico condannato per appropriazione indebita a causa di quell’accordo. Riguarda qui il servizio

Come guardare in streaming e repliche

E’ possibile guardare la puntata di Report in streaming alle 21:20, nella sezione dei canali in diretta del sito RaiPlay, il servizio streaming gratuito del servizio pubblico. Dopo la messa in onda della puntata, questa sarà disponibile on-demand nella pagina di RaiPlay dedicata al programma, che trovi cliccando qui.

Le repliche di Report invece vanno in onda ogni sabato pomeriggio su Rai 3, l’ora però varia ogni settimana. La puntata in onda lunedì, sarà in replica sabato alle le 17:25 su Rai 3 (verificate l’orario nella guida tv, perchè cambia ogni settimana).

Ricordiamo che è possibile visitare RaiPlay con qualsiasi browser da computer (www.raiplay.it), oppure utilizzando le applicazioni per cellulari, tablet o smart tv, basta cercarla nei rispettivi store.

Fonte Rai