Riverdale, gli autori rimandano il tributo a Luke Perry alla quarta stagione

Riverdale

Riverdale, gli autori hanno deciso di rimandare il tributo a Luke Perry alla quarta stagione. Ecco il piano dello showrunner Roberto Aguirre-Sacasa.

La terza stagione di Riverdale aveva un compito molto importante da realizzare. Sappiamo tutti che il 4 marzo l’attore Luke Perry è morto in seguito a un ictus all’età di 52 anni. L’attore è morto nel periodo in cui stava ancora girando gli ultimi episodi della terza stagione di Riverdale, drama di The CW. Ma come hanno gestito l’uscita di scena del suo personaggio?

Luke Perry in Riverdale interpretava il padre di Archie Andrews, Fred Andrews e prima della sua morte aveva girato le sue scene fino al diciannovesimo episodio, che quindi è stato l’ultimo episodio in cui è presente l’attore. Alla fine dell’episodio il suo personaggio non è morto, ma la sua assenza poi è stata giustificata velocemente dicendo che Fred ha lasciato la città per affari, senza ulteriori precisazioni.

La soluzione è stata quella di non giustificare l’uscita di scena del personaggio, e questa linea è stata seguita anche negli episodi successivi, incluso il finale. Andato in onda ieri notte, il finale della terza stagione infatti non ha chiuso il capitolo per il personaggio di Luke Perry e il creatore della serie, parlando a TVLine, ha giustificato così la sua scelta.

Sicuramente giustificheremo la sua assenza nella serie… lo faremo subito nella quarta stagione” ha detto lo showrunner Roberto Aguirre-Sacasa. Sembra che rimandare l’uscita di scena del personaggio sia stata una decisione degli autori della serie, che volevano dare a Fred Andrews l’addio che merita. “Abbiamo pensato di prenderci del tempo per trovare una soluzione. Avevamo già scritto quasi tutta la stagione, quindi anziché rovinare un evento così monumentale e importante, abbiamo pensato: ‘prendiamoci del tempo per pensare a quello che vogliamo fare, e lo facciamo bene.’

La madre di Archie

Gli autori hanno anche un piano per riempire il vuoto creato dall’uscita di scena di Fred, nella vita di Archie. E la soluzione naturale sarebbe quella di far restare a Riverdale la madre interpretata da Molly Ringwald. “Le abbiamo sempre detto che è sempre la benvenuta,” ha detto Aguirre-Sacasa. “[Quando è morto Luke Perry] avevamo già previsto il suo ritorno a Riverdale. Quando poi è accaduta la tragedia, lei ci ha detto: ‘se pensate che si meglio che io resti, lo farò.’ Quindi le ho detto: ‘ci piacerebbe molto’… così abbiamo discusso del fatto che Molly possa avere una presenza maggiore in futuro, per aiutare il figlio.

Quindi la questione Fred Andrews è ancora aperta, e verrà risolta nella quarta stagione che sicuramente debutterà a ottobre su The CW. La terza stagione di Riverdale intanto è in onda in Italia ogni martedì su Premium Stories (e poi su Infinity in modalità catch-up) fino al 4 giugno, quando poi andrà in pausa fino a settembre.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi qui il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui