Sanremo 2020: Junior Cally in gara con “No Grazie” (Testo e Video)

junior cally

Sanremo 2020: la canzone di Junior Cally è “No Grazie”. Il testo e info sulla sua partecipazione a Sanremo. Il duetto con i Viito (VIDEO)

La settimana più musicale della tv sta per partire, Sanremo ormai è in dirittura d’arrivo, andrà in onda su Rai 1 dal 4 all’ 8 febbraio, in prima serata. In questa serie di articoli vi presenteremo le canzoni dei 24 cantanti in gara, e quando disponibili inseriremo anche i video delle esibizioni della prima serata di martedì 4 febbraio. In questo articolo parleremo della partecipazione di Junior Cally.


Clicca qui per ulteriori informazioni su Sanremo 2020

Junior Cally arriva sul palco come personaggio controverso nonché l’artista più discusso e chiacchierato di questa edizione [come lo è stato Achille Lauro lo scorso anno, per intenderci ndr.]. Il brano che porterà in gara alla settantesima edizione del Festival di Sanremo si intitola “No Grazie”. Ecco il video dell’esibizione nella seconda serata:

Levante duetta con i Viito – Giovedì 6 febbraio

La serata di giovedì 6 febbraio, Sanremo sarà dedicato esclusivamente ai duetti dei concorrenti in gara con altri artisti del panorama musicale. Junior Cally canterà “Vado al massimo” con i Viito.

Sanremo 2020, No Grazie, testo

Non ho i superpoteri
Ma tra tutti riconosco
Chi fa la voce grossa
Sempre e solo di nascosto
Dovrei puntare il dito contro
E fare il populista
Non fare niente tutto il giorno
E proclamarmi artista
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie

Ogni mattina
Avrà l’oro in bocca
Finché ho i soldi nascosti nel letto
Con la resistenza
Alla dittatura
Del politicamente corretto
Il mio sogno è quello di arrivare in alto
Senza spendere i soldi di un altro
Faccio cattivo viso
A buon gioco
E anche se sono bello
Non piaccio

Non ho i superpoteri
Ma tra tutti riconosco
Chi fa la voce grossa
Sempre e solo di nascosto
Dovrei puntare il dito contro
E fare il populista
Non fare niente tutto il giorno
E proclamarmi artista
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie

Spero si capisca che odio il razzista
Che pensa al Paese ma è meglio il mojito
E pure il liberista di centro sinistra che perde partite e rifonda il partito
Si chiedono “questo da dov’è uscito?”
Dal terzo millennio col terzo dito
Parlare di eccesso non è eccessivo
Sono il fuori programma televisivo

Non ho i superpoteri
Ma tra tutti riconosco
Chi fa la voce grossa
Sempre e solo di nascosto
Dovrei puntare il dito contro
E fare il populista
Non fare niente tutto il giorno
E proclamarmi artista
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie

Giuro la smetto con sta storia del rap
Voglio scrivere canzoni d’amore per la mia ex
Trovarmi un lavoro serio e diventare yes man
Insultare tutti sì ma solamente sul web

No grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie
No no
No no
No no grazie