Sanremo 2020: RIki in gara con “Lo Sappiamo Entrambi” (testo e video)

Riki Sanremo 2020

Sanremo 2020 Riki in gara con Lo Sappiamo Entrambi, testo e video esibizioni. Giovedì 7 per Sanremo70 cover di L’Edera con Ana Mena

La settimana più musicale della tv sta per partire, Sanremo ormai è in dirittura d’arrivo, andrà in onda su Rai 1 dal 4 all’ 8 febbraio, in prima serata e per molti italiani è una sorta di rito inevitabile, per altri qualcosa di evitabile in ogni modo. In questo articolo parleremo della partecipazione di Riki nome d’arte di Riccardo Marcuzzo, in primo luogo con il testo della sua canzone e poi con i video delle sue esibizioni, se saranno pubblicati dalla Rai.


Clicca qui per ulteriori informazioni su Sanremo 2020

Riki, Riccardo Marcuzzo è alla sua prima partecipazione al Festival di Sanremo con il salto anche lui da Amici di Maria De Filippi al palco da Big. Ecco il video dell’esibizione nella prima serata di Sanremo:

Riki, Lo Sappiamo Entrambi – Il Testo

Le luci si spengono
Mentre il tempo sbiadisce nascosto in disparte
E ascolta fissandoci
Tra storie che scorrono
Le osserviamo cambiare e troviamo cambiati solo noi

Restiamo distanti restandoci accanto
Non lo noti anche tu?
Nei nostri sguardi che si sfiorano per strada e per sbaglio
A mezz’aria e senza alzarsi di più
Però qualcosa non torna
Tralasciando i ricordi che ho di te
Ti scrivo e dopo cancello

Non ti scrivo che tanto è inutile
Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu
Ti addormenti guardando la tivù
Chissenefrega di noi se non so
Quello che vuoi se non parli
Se ci diciamo di sì ma fingiamo
E lo sappiamo entrambi

Parole che inciampano
Le sprechiamo in silenzi sfogandole addosso
E poi sul telefono
Trattieni i respiri e li aggiusti in un fiato

Ti diverti e ti annoi
Da adesso in poi non darmi mai e non darlo mai per scontato
Non rispondi se ti chiedo di noi
Però qualcosa non torna
Tralasciando i ricordi che ho di te

Ti scrivo e dopo cancello
Non ti scrivo che tanto è inutile
Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu
Ti addormenti guardando la tivù

Chissenefrega di noi se non so
Quello che vuoi se non parli
Ci riproviamo ma la voce singhiozza
Urlami in faccia rinfaccia e vai

Silenzio in mezzo e dopo un po’
Il frastuono e poi il silenzio ancora
Però qualcosa non torna
Tralasciando i ricordi che hai di me

Mi scrivi e dopo cancelli
Non mi scrivi che tanto è inutile
Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu
Ti addormenti guardando la tivù

Chissenefrega di noi se non so
Quello che vuoi se non parli
Se ci diciamo di sì ma fingiamo
E lo sappiamo entrambi

di R. Marcuzzo – R. Scirè – R. Marcuzzo
Ed. Sony/ATV Music Publishing (Italy)/EMI Music Publishing Italia/Mamely Edizioni Musicali/Ghest – Milano

Una ballad scritta da RIKI insieme al suo produttore Riccardo Scirè, che fonde insieme archi ed elettronica, strumenti acustici e vocoder, racconta con precisione geometrica una relazione che sta finendo, in cui nessuno ha il coraggio di dirselo. Un amore che, proprio nell’era dei social network che offrono infinite possibilità di interazione, vive il paradosso dell’incomunicabilità.

Riki #Sanremo70 con L’Edera con Ana Mena

Per la serata di giovedì 6 dedicata all’omaggio a Sanremo70 Riki con la partecipazione di Ana Mena, porta L’edera presentato al Festival di Sanremo nel 1958 da Nilla Pizzi insieme a Tonina Torrielli.

Credits testo: Sorrisi e Canzoni