Seconda Vita, Elena Santarelli e Stefano Savi inaugurano le storie di rinascita raccontate da Gabriele Parpiglia

seconda vita

Seconda Vita storie di rinascita con Gabriele Parpiglia su Real Time e in streaming su DPlay

Elenea Santarelli e Sefano Savi tra i protagonisti del 30 ottobre

C’è sempre un prima e un dopo. Spesso questo dopo può essere particolarmente diverso rispetto al prima.


Dal 30 ottobre, ogni mercoledì alle 21:10, Real Time sarà la casa dove raccontare se stessi: il giornalista Gabriele Parpiglia guida il racconto del programma “Seconda Vita”, per Discovery Italia.

I protagonisti sono stati scelti accuratamente. Ognuno di loro ha avuto una prima e una seconda vita. C’è chi è riuscito a rialzarsi. C’è chi invece racconta a se stesso una fiaba piena di bugie.

Interverranno con il peso delle loro storie, delle loro parole e con immagini irripetibili da realizzare: Elena Santarelli, Stefano Savi, Vanna Marchi e Stefania Nobile, Claudia Galanti, Georgette Polizzi, il duo dei record del web ”I  Valespo”, Fernanda Lessa e infine ci sarà un racconto con immagini inedite legato a Fabrizio Corona, oggi detenuto nel carcere di San Vittore.

Seconda Vita è in streaming su  Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play), in tv su Real Time canale 31 del digitale e di TivùSat, 160 (161 +1) di Sky.

Seconda vita anticipazioni 30 ottobre

La prima puntata avrà come protagonisti: Elena Santarelli e Stefano Savi.

Il primo ospite è Elena Santarelli che ha combattuto accanto al figlio Giacomo il tumore: “desideravo io la sua massa maligna. Volevo rasarmi a zero come lui dopo le chemio, ma i medici me lo hanno impedito. La nostra vita, dopo anni all’inferno, ricomincia da due parole: follow up”.

Il secondo ospite che ha accettato l’incontro con il narratore è Stefano Savi, sfigurato a 25 anni a causa di un litro di acido versato sul suo corpo. Un agguato che gli ha distrutto la vita per sempre. Un agguato nato per uno scambio di persona: “la sete di vendetta mi avrebbe rovinato del tutto. ho subito oltre 45 interventi. Barba e capelli sono finti. Anche il lobo dell’orecchio me lo hanno ricostruito perché l’acido lo aveva otturato, tappato, chiuso totalmente. Oggi la mia seconda vita ricomincia da….”.