#TBT Throwback Thursday in Serie: Alla riscoperta di… DuckTales su Disney+

ducktales
- Pubblicità -

#TBT – Throwback Thursday in serie: Alla (ri)scoperta di… DuckTales

Nuovo appuntamento con la rubrica settimanale di Dituttounpop che fa un tuffo nel passato, dedicata alla riscoperta di drama e comedy più o meno “storici”, ma anche del passato recente, che arrivano in catalogo sui vari servizi streaming o anche piccole grandi chicche seriali e che quindi potrete recuperare con delle belle maratone di binge watching. Stavolta tocca a DuckTales e poi la rubrica si prende un paio di settimane di pausa per le festività natalizie. Tanto avete già millemila consigli di binge/rewatch da fare con tutti i consigli precedenti.

DuckTales: i paperi più amati della tv

Questa rubrica è basata sulla nostalgia quindi, dato che da poco hanno caricato su Disney+ le prime stagioni della serie originale animata di DuckTales, che mancavano nel catalogo dall’esordio del servizio streaming in Italia facendo protestare non poco i fan. Quindi perché non fare uno strappo alla regola del live action e non parlare di una delle serie che ci ha cresciuto tra gli anni ’80-’90, insieme e più di altri cartoni animati?

- Pubblicità -

DuckTales – Avventure di paperi prodotta ovviamente dalla Disney riutilizzava i personaggi che abitavano Paperopoli e che avevamo imparato ad amare tra la tv e il magazine di Topolino. Terza serie animata della Disney, ebbe ben 100 episodi in sole tre stagioni, con il primo trasmesso negli Usa il 18 settembre 1987 e l’ultimo il 28 novembre 1990. In Italia la serie andò in onda tra Rai1, Canale 5, Rai2, e i canali pay Toon Disney e Disney Channel.

La serie ha avuto uno spin-off Darkwing Duck (anch’esso presente su Disney+), con protagonista il pilota Jet McQuack, che abbandona Paperopoli per trasferirsi a St. Canard. In realtà però poi il creatore Ted Stones ha dichiarato qualche anno fa che i due show vivevano in universi separati. Un lungometraggio animato basato sulla serie, intitolato Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta (anch’esso presente su Disney+), uscì il 3 agosto 1990.

Esiste anche un reboot omonimo della serie (di cui vi parliamo più sotto), in onda su Disney XD dal 2017 e disponibile su Disney+ fin dall’esordio, che si concluderà guarda un po’ anch’esso con la terza stagione in onda nel 2021.

La storia degli episodi di DuckTales – Avventure di paperi ruota intorno alle (dis)avventure di Paperon de’ Paperoni e soprattutto dei suoi nipoti combinaguai Qui, Quo e Qua; nonostante sia il papero più ricco del mondo, Paperone è alla costante ricerca di nuove ricchezze; inoltre deve spesso difendere il suo patrimonio dagli attacchi dei cattivi che in ogni modo cercano di rapinarlo, tra cui Amelia, la Banda Bassotti, Cuordipietra Famedoro e altri.

DuckTales, la sigla più bella di sempre

Qua la vita a Paperopoli
è un gran sballo
Corri voli in aereoplano
ma che sballo
storie di paperi
ma che bei paperi
Duck Tales, uh uh
Ogni giorno c’è
una nuova storia
misteriosa paperosa
Duck Tales
Fai attenzione c’è qualcuno
alle spalle che ti spia
non aver paura sono
Duck Tales, uh uh
Personaggi strabilianti
Duck Tales
Grandi storie divertenti
Duck Tales
Le favole più belle
sono Duck Tales, uh uh

La sigla originale di DuckTales, il cui testo conosciamo tutti a memoria (gli altri mentono sapendo di mentire) fu scritta da Mark Mueller e cantata da Jeff Pescetto, che ne cantò anche altre famose come Cip & Ciop agenti speciali (Chip ‘n Dale Rescue Rangers) e lo spin-off Darkwing Duck. La versione italiana manteneva lo stesso arrangiamento originale ed era interpretata da Ermavilo, all’anagrafe Ernesto Brancucci e doppiatore noto come Mirko Pontrelli e altri pseudonimi. La sigla del reboot ha seguito lo stesso schema testo/melodia ri-arrangiata.

DuckTales, i personaggi

ducktales

I personaggi della serie direttamente dai fumetti insieme a Paperon de’ Paperoni e Qui, Quo e Qua sono Paperino, che però appare pochissimo paradossalmente perché arruolato in marina motivo per il quale ha lasciato i nipotastri allo zione, Archimede Pitagorico, Gastone, Doretta Doremì (inizialmente chiamata col nome originale Goldie), oltre ai cattivi già citati.

Ci sono anche personaggi originali come Jet McQuack, la tata dei nipotini (Bentina Beakley) e sua nipote Gaia (di aspetto fisico uguale a Ely, Emy, Evy – adottata poi da Paperone come quarta nipote), il maggiordomo Archie, la Giovane Marmotta Tonty, il papero delle caverne Bubba e il contabile Fenton Paperconchiglia ovvero il supereroe Robopap.

Qualcuno arriva addirittura dall’altra città più famosa dell’universo Disney, Topolinia come Pietro Gambadilegno con il suo socio Sgrinfia oppure Macchia Nera.

DuckTales, il reboot

Qualcuno (come il sottoscritto) ha storto un po’ il naso per i disegni “nuovi” del reboot però bisogna ammettere che ha mantenuto lo spirito avventuroso dell’originale, raccontando anche un po’ di backstory inedita sulla famiglia dei paperi, come ad esempio la madre di Qui, Quo e Qua (anche qui non tutti hanno gradito, io sì). La IDW Publishing ha lanciato nel luglio 2017 un albo a fumetti legato alla serie televisiva, che in Italia è stato pubblicato su Topolino. Anche questo reboot avrà uno spin-off con protagonista Darkwing Duck.

- Pubblicità -