#TBT Throwback Thursday in Serie: Alla riscoperta di… Great News su Netflix

#TBT – Throwback Thursday in serie: Alla (ri)scoperta di… Great News

Nuovo appuntamento settimanale con la nuova rubrica di Dituttounpop dedicata alla riscoperta di drama e comedy più o meno “storici” che arrivano in catalogo sui vari servizi streaming e che quindi potrete recuperare con delle belle maratone di binge watching – data l’emergenza sanitaria in corso e la quarantena “forzata”. Stavolta tocca a Great News.

Great News: l’erede morale di 30 Rock

Questa volta per il nostro viaggio nel passato del giovedì vi proponiamo Great News, una serie recente recente (2017 – 2018) e piccola piccola, due sole stagioni da 23 episodi totali, ma che a tutti gli effetti si è dimostrata come l’erede morale (e non solo) di 30 Rock, una delle comedy della seconda età dell’oro alla NBC. Erede di 30 Rock perché creata da Tracey Wigfield, una degli autori della serie di Tina Fey e Robert Carlock, produttori anche di Great News.

La particolarità della Wigfield è aver partecipato anche come attrice in ruoli minori ad alcuni show da lei scritti. Ha partecipato come sceneggiatrice anche a The Mindy Project e Four Weddings and a Funeral, due serie di Mindy Kaling, erede “morale” di Tina Fey in un certo senso. Erede di 30 Rock perché c’è tutto lo spirito Universal/NBC in Great News: la comicità nonsense, la critica e la celebrazione della tv e della società americana attraverso il “dietro le quinte“. Purtroppo la serie è stata accolta con meno entusiasmo, complice la difficoltà in palinsesto. Trovate entrambe le stagioni su Netflix.

Great News: c’è anche Tina Fey!

Lo show, ambientato nel mondo delle notizie televisive, segue una giornalista che vorrebbe affermarsi sul posto di lavoro ma che si trova ad affrontare una nuova stagista: sua madre! Un rapporto di amore-odio il loro, interpretate da una veterana e una giovane promessa della commedia rispettivamente (Andrea Martin e Briga Heelan) circondato da personaggi al fulmicotone rappresentanti della categoria: il capo giovane e acerbo con l’accento british (Adam Campbell, Harper’s Island), il vecchio anchorman che non vuole finire nel dimenticatoio ma fa fatica a stare al passo coi tempi, soprattutto in un mestiere in continuo cambiamento come il giornalismo (John Michael Higgins, Happily Divorced).

Un tema tra l’altro già affrontato tra gli altri in quel gioiellino che è The Newsroom di Aaron Sorkin. E infine la co-anchorwoman di contro giovanissima, influencer, sempre al passo coi tempi anche se sembra sempre non sappia bene che sta dicendo o che dia rilevanza a temi e notizie che sembra “futili”, interpretata dalla figlia adottiva di Lionel Richie nonché BFF di Paris Hilton, Nicole Richie.

Nella seconda stagione arriva anche per un arco di episodi proprio Tina Fey in persona a interpretare l’opposto della sua Liz Lemon in 30 Rock, a congiungere ancor di più le due serie: una donna di successo che si è fatta da sola e che forse si è lasciata troppo andare con i propri dipendenti maschi.

Nel suo piccolo, insomma, Great News è una serie che fin dal titolo scherza con ciò che tentiamo di seguire ogni giorno per restare informati, aggiungendoci una critica non troppo velata agli stage non pagati a cui addirittura le persone più avanti con l’età devono affidarsi. Che combineranno Katie e Carol a The Breakdown?

Il cast

  • Briga Heelan è Katherine “Katie” Wendelson
  • Andrea Martin è Carol Wendelson
  • Adam Campbell è Greg Walsh
  • Nicole Richie è Portia Scott-Griffith
  • Horatio Sanz è Justin
  • John Michael Higgins è Chuck Pierce