Sopravvissute le storie della puntata stasera giovedì 20 maggio su Rai 3

Sopravvissute su Rai 3 le storie della puntata di giovedì 20 maggio in seconda serata

Dopo Amore Criminale in seconda serata su Rai 3 prosegue giovedì 13 maggio l’appuntamento con il programma Sopravvissute con sei nuove puntate in cui raccontare storie di donne salvate da maltrattamenti, violenza psicologica, violenza fisica e tentativi di omicidio; anche in streaming su RaiPlay. 

Guidato da Matilde D’Errico il programma in ogni puntata racconta due storie di dipendenza affettiva dalla viva voce delle vittime che racconteranno con grande coraggio come sono riuscite a uscire da relazioni pericolose. In studio saranno presenti lo psichiatra Renato Ariatti e la psicologa clinica Silvia Michelini, che spiegheranno i meccanismi del narcisismo, della dipendenza affettiva e delle relazioni tossiche.

Le storie della quinta puntata

Patrizia e Jolanda sono le protagoniste delle storie di Sopravvissute di giovedì 20 maggio in seconda serata su Rai 3.

Patrizia a metà degli anni ’90 conosce il suo futuro compagno, che poi, anni dopo la ridurrà in fin di vita. La loro vita è normale, hanno due figli, una vita che scorre tranquilla, finchè per un problema di salute il compagno di Patrizia perde il lavoro. Da quel momento cominciano anni di fatica e abnegazione, in cui Patrizia, per mantenere la famiglia, lavora senza sosta. L’uomo le fa continue richieste di denaro e fra lui e Patrizia la tensione cresce. Quando comunica al compagno che vuole separarsi l’uomo reagisce con violenza e un giorno l’aggredisce accoltellandola. Patrizia si salva per miracolo.

La seconda storia è quella di Jolanda, sindacalista, che ha sempre dedicato la sua vita alle grandi battaglie e al rispetto dei diritti civili. Un giorno su Facebook incontra un uomo più giovane che dice di essere un ingegnere francese e tra una chiacchierata e l’altra Jolanda s’innamora. Ma Jolanda finirà vittima di una vera e propria truffa economica e affettiva e così oggi è presidentessa di un’associazione che si chiama ACTA, e che si dedica ad aiutare le vittime di truffe affettive