Stay in Scampia su RaiPlay un progetto tra rap e le storie di chi resta, realizzato con Red Bulls 64 Bars

Stay in Scampia è il titolo del documentario disponibile da stasera mercoledì 11 gennaio su Rai Play in streaming gratuito. Un racconto a quattro voci per raccontare il quartiere napoletano conosciuto solo per Gomorra ma che al suo interno racchiude molto di più. E’ un progetto Red Bull 64 Bars
Live in collaborazione con Rai Pubblicità.

Stay in Scampia i protagonisti

Quattro ragazzi, quattro voci, quattro storie per raccontare Scampia. Stay in Scampia è la storia di chi ha deciso di rimanere, sfidando la realtà e la fama del loro quartiere. Ragazzi che hanno deciso di cercare fortuna nella loro terra per costruire il loro destino. Stay in Scampia è un viaggio che con la musica e i giovani protagonisti va oltre il quartiere, oltre le problematiche che pesano sulla vita quotidiana e va dritto al cuore risvegliando passioni ed entusiasmi, guardando al futuro.

Il documentario è stato presentato fisicamente a Napoli ed è in streaming in
esclusiva sulla piattaforma della Rai, Rai Play,  dalle ore 22 di mercoledì 11 gennaio 2023. Stay in Scampia è un momento storico per il territorio e per la comunità locale raccontati attraverso le voci di Vettosi, uno dei rapper della nuova scena napoletana, Vincenzo, aspirante regista, Danilo, tiktoker in lotta controi luoghi comuni e Manuela, che nella danza ha trovato la salvezza, il presente e il futuro.

I rapper famosi

A due passi dalle vele, in uno dei quartieri più giovani d’Europa, i
ragazzi dialogano con le performance sul palco del Red Bull 64 Bars Live
unendo arte e vissuto e si alternano alle esibizioni dei rapper italiani più
famosi: Ernia, Fibra, Guè, Marracash, Madame e l’idolo locale Geolier.
Mentre in consolle, a dirigere i suoni, c’è un guru dello scratch come dj TY1.
Il documentario Stay in Scampia vuole promuovere la rinascita del territorio e sostenere e valorizzare i giovani che vivono a Scampia.

Redazione Dituttounpop
Redazione Dituttounpop
Siamo la redazione di dituttounpop... sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Ci trovate anche sui social. Ciao.