Le puntate della terza stagione di SWAT su Rai 2 sabato 19 settembre

SWAT

SWAT 3 e la quarta stagione di Bull su Rai 2 sabato 19 settembre in prima visione

Prosegue l’appuntamento del sabato di Rai 2 con le serie tv americane, sabato 19 settembre alle 21:05 un doppio appuntamento con la terza stagione di SWAT e a seguire un episodio di Bull 4 tutto in prima visione assoluta.

SWAT 3 ha 20 episodi, la serie è stata rinnovata per una quarta stagione in arrivo prossimamente negli USA su CBS, rinnovata anche Bull per una quinta stagione.

Gli episodi di sabato 19 settembre

SWAT 3×03 Passi Falsi: La gang dei Los Altos si sta preparando per tornare sulle strade e si sta armando per scatenare una guerra.

SWAT 3×04 Intoccabile: Durante una passeggiata, Deacon e la sua famiglia assistono ad una sparatoria. Il mandante è Murido, capo del traffico di droga colombiano, che gode di una certa immunità da parte della CIA in cambio di informazioni utili al Governo…

Bull 4×11 Ricorda con rabbia: Bull e la TAC rappresentano in tribunale un amico di vecchia data di Marissa, nella sua causa contro Peter Maybrook, ricco investitore di successo, per molestie sessuali subite quasi 25 anni prima..

Il cast

  • Sherman Moore è il sergente Daniel Harrelson promosso capo per allentare le tensioni con la comunità nera, ha una relazione segreta col suo capo Jessica Cortez
  • Amy Farrington: tentente Piper Lynch sostituisce il capitano Cortez
  • Alex Russell è Jim Street
  • Jay Harrington è David Deacon Kay
  • Lina Esco: Christina “Chris” Alonso
  • David Lim: Victor Tan
  • Patrick St. Esprit: Robert Hicks

In streaming

SWAT e Bull come tutte le serie tv e gli show Rai sono disponibili in streaming contemporaneo in diretta su RaiPlay e on demand per i successivi 7 giorni. Entrambi sono anche in seconda visione (prossimamente) su Fox.

Bull il cast

  • Michael Weatherly è il dottor Bull
  • Freddy Rodríguez è Benny Colón
  • Geneva Carr è Marissa Morgan
  • Christopher Jackson è Chunk Palmer
  • Jamie Lee Krichner è Danny James
  • Jill Flint è Diana Lindsay

Lo scandalo Eliza Dushku e l’addio di Spielberg

A partire dalla quarta stagione Steven Spielberg non è più tra i produttori della serie con la sua Amblin Tv. Il regista ha ritirato l’appoggio alla serie a seguito dell’emersione di uno scandalo legato all’attrice Eliza Dushku.

Dushku ha rivelato di aver ricevuto 9,5 milioni di dollari come risarcimento per esser stata costretta a lasciare la serie, dove è apparsa nella prima stagione, a seguito di comportamenti e battute inappropriate del protagonista. L’attrice era apparsa nella prima stagione in un arco di tre episodi ma aveva già in tasca un accordo per le successive stagioni, proprio per questo ottenne il risarcimento, come compensazione per i mancati introiti.

Weatherly non ha mai molestato fisicamente la collega ma ci sarebbero state allusioni, battute non gradite e per questo dopo aver protestato, Dushku ha lasciato la serie. L’attrice ha accusato Weatherly di aver chiesto il suo allontanamento ma l’attore ha smentito. Steven Spielberg da sempre con la moglie sostenitore del movimento Times Up che ha portato alla luce casi di molestie sui luoghi di lavoro, ha preferito non avere il proprio nome associato a una serie coinvolta in un caso di questo tipo.