Dituttounpop > SERIE TV > The Burning Girls su Paramount+ la serie inglese con Samantha Morton

The Burning Girls su Paramount+ la serie inglese con Samantha Morton

The Burning Girls è la nuova miniserie inglese in partenza il 19 ottobre su Paramount+ in Italia e nel resto dei paesi in cui il servizio è attivo. La serie è l’adattamento del romanzo di C.J. Tudor realizzato da Hans Rosenfeldt e Camilla Ahlgren, prodotto da Buccaneer Media per Paramount+.

Protagoniste di questa oscura storia ambientata in un piccolo villaggio tra segreti e superstizioni, sono Samantha Morton e Ruby Stokes nei panni di una madre, reverendo di Chapel Croft in fuga da una precedente esperienza e sua figlia. Le riprese si sono svolte lo scorso autunno principalmente a Buckinhamshire un villagio di Stokenchurch.

- Pubblicità -

The Burning Girls la trama

Ambientato a Chapel Croft, un villaggio tormentato da una storia oscura e turbolenta, The Burning Girls racconta l’arrivo nel paese del reverendo Jack Brooks (Samantha Morton) e sua figlia Flo (Ruby Stokes) nella speranza di un nuovo inizio. Le due troveranno un villaggio pieno di cospirazioni e segreti dove scoprire la verità può essere mortale in una comunità dal passato sanguinoso. In quel luogo è successo di tutto nella storia, dai martiri protestanti bruciati sul rogo, alla scomparsa di due adolescenti.

- Pubblicità -

Jack è una madre single perseguitata da una tragedia nella sua chiesa precedente e dall’onere della morte del marito, mentre sua figlia Flo, quindicenne, è un’adolescente anticonvenzionale. Più Jack e Flo scoprono sul passato di Chapel Croft, più vengono trascinate nelle antiche spaccature, nei misteri e nei sospetti di questo villaggio. Gli abitanti le guardano con diffidenza, temono che i loro segreti possano venire alla luce e Jack e Flo sono sempre più spaventate da quello che trovano.

Il cast

- Pubblicità -

Oltre alle già citate Morton e Stokes, nella serie anche Conrad Khan (“Peaky Blinders”) nei panni di Lucas Wrigley, Paul Bradley Janie Dee. E poi Jane Lapotaire, John Macmillan, Rupert Graves, Elodie Grace Orkin, Safia Oakley-Green, Beth Cordingly, David Dawson, Jack Roth, e Mollie Holder.