The Comey Rule definitivo cambio di data: su Showtime il 27 e 28 settembre in piena campagna elettorale

the comey rule

The Comey Rule Trump ha fatto pressioni per rimandare la miniserie Showtime a dopo le elezioni?

Update 25 giugno: le proteste sono servite e The Comey Rule si sposta in piena campagna elettorale 27 e 28 settembre su Showtime. 

Update 24 giugno: deadline riporta alcuni rumor secondo cui in casa ViacomCBS e Showtime starebbero ancora lavorando sulle prossime date anche a causa dei diversi stop alle produzioni legate al Coronavirus, quindi esiste la possibilità che The Comey Rule venga rilasciata prima delle elezioni. Nel frattempo registriamo anche una lettera inviata dal regista Billy Ray per esprimere al cast la sua delusione per la decisione di andare in onda dopo le elezioni “era la prima volta che ho fatto un film per la mia nazione”. Come detto però la situazione è fluida. Stay Tuned.


C’è una miniserie sul tumultuoso rapporto tra l’ex capo FBI James Comey e il Presidente Donald Trump che potrebbe essere pronta prima delle elezioni presidenziali di Novembre ma che andrà in onda soltanto dopo. Naturalmente il dubbio che possano esserci state pressioni politiche per ritardarne la messa in onda, nasce immediatamente.

La miniserie in questione è The Comey Rule, ordinata già diversi mesi fa da CBS Studios e che finirà nella sua casa più naturale del gruppo, ovvero Showtime in due serate verso fine novembre. Il progetto ha un budget stellare da 40 milioni di dollari e un super cast a partire da Jeff Daniels nei panni di James Comey e Brendan Gleeson in quelli di Donald Trump (e proprio di loro due sono le prime immagini rilasciate da Showtime).

La serie è ispirata al libro “A Higher Loyalty: Truth, Lies and Leadership” di James Comey, ex-direttore del FBI (2013/17) Comey nel suo libro racconta del suo periodo come direttore dell’FBI, del suo ruolo nel cambiare la legislazione sulla tortura e la sorveglianza elettronica, del caso delle mail di Hillary Clinton quando era Segretario di Stato, e i possibili collegamenti tra la campagna elettorale di Trump e la Russia, questione che ha messo fine al suo mandato come direttore FBI. La serie però si concentrerà particolarmente sul rapporto tra James Comey e l’attuale Presidente, Donald Trump.

La decisione di mandare in onda le due serate dopo le elezioni ha sorpreso quindi un po’ tutti negli Stati Uniti. Certo sfidare un presidente come Trump non è facile vista anche i suoi legami e la sua esperienza nel mondo dei media. Le indiscrezioni parlano quindi di pressioni operate da Trump per rimandare il rilascio a dopo le elezioni, il tutto favorito anche dall’amicizia con Shari Redstone di CBS Viacom.

Secondo quanto trapela dagli USA il progetto è stato accelerato ed era tutto stato organizzato per andare in onda prima delle elezioni così da poter avere una rilevanza sia politica che negli ascolti.

Nel cast, oltre ai due già citati Daniels e Gleeson, troviamo Holly Hunter (Sally Yates), Michael Kelly (Andrew McCabe), Jennifer Ehle (Patrice Comey), Peter Coyote (Robert Mueller), Steven Pasquale (Peter Strzok), Oona Chaplin (Lisa Page), Kingsley Ben-Adir (Barack Obama), inoltre Steve Zissis che sarà Jim Baker (FBI General Counsel) e Shawn Doyle che interpreterà Bill Priestap (assistan director della FBI Counterintelligence Division). Brian d’Arcy invece sarà Mark Giuliano, l’ex vice-direttore FBI.

Secondo quanto riporta Showtime, la serie, prodotta da Shane Salerno e Alex Kurtzman, adattata da Billy Ray, è il racconto del dietro le quinte delle elezioni del 2016 e del periodo successivo che ha spaccato la nazione. Non è una biografia ma la storia di due potenti figure Comey e Trump, delle loro personalità, della loro rivalità.

La prima parte, quindi la prima serata, sarà sui primi giorni delle indagini sull’influenza russa sulle elezioni, le indagini dell’FBI sulle email della Clinton e la notte elettorale; la seconda parte è tutta sul rapporto Comey-Trump.

In Italia vedremo The Comey Rule probabilmente su Sky Atlantic prossimamente.