The Cry, la serie thriller con Jenna Coleman è disponibile da oggi su TIMVISION

The Cry

The Cry, da oggi su TIMVISION è disponibile il thriller psicologico di BBC One con Jenna Coleman.

Da oggi su TIMVISION sono disponibili i primi due episodi di The Cry. Si tratta di una miniserie di BBC One che ha come protagonista l’attrice Jenna Coleman, che i più “nerd” conosceranno come compagna, o la “impossible girl” di Doctor Who, e di recente l’abbiamo vista nella serie tv Victoria, in Italia in onda su LaF.


La miniserie è composta da quattro episodi, di cui due sono già disponibili su TIMVISION e gli altri verranno rilasciati ogni settimana. Di solito in questo tipo di schede facciamo una presentazione della serie, con trama, cast e prime impressioni dopo la visione dei primi episodi, in questo caso invertiremo l’ordine e partiremo subito con la nostra prima impressione.

Le prime impressioni

La cosa migliore per prepararsi a vedere The Cry è: non prepararsi. Non leggere la trama, non guardare trailer, ma semplicemente sedersi e guardarla, sapendo giusto le cose essenziali. The Cry è un thriller psicologico di stampo inglese, anche se forse non troppo nello stile BBC. C’è Jenna Coleman che è un’ottima attrice e se amate il genere, sapete già che gli inglesi sono degli esperti quindi si può subito iniziare a guardarle.

Questo strano e inedito modo di approcciarsi a una serie, per The Cry è forse il migliore. Ed è possibile grazie alla struttura del racconto che è diviso in tre linee temporali, senza che lo spettatore sia in qualche modo guidato da scritte in sovrimpressione. E’ grazie a questa struttura che è necessario guardare tutto il primo episodio per capire cosa è successo realmente al personaggio interpretato da Jenna Coleman. In questo modo si aggiunge quella suspance, che purtroppo manca alla serie.

The Cry infatti non è una serie adatta a un tipo di intrattenimento da relax: è molto lenta, si prende i suoi tempi soprattutto nel mostrare le reazioni e lo stato d’animo della protagonista. Insomma non è sicuramente un thriller leggero, ma si da spazio alla componente umana e psicologica dei personaggi e questo rallenta un po’ lo sviluppo degli eventi. Non vi aspettate quindi poliziotti e detective che indagano, perchè l’obiettivo della serie non è quello di raccontare l’indagine, ma è mostrare come reagiscono i protagonisti all’indagine, l’elemento crime è quasi in secondo piano, serve solo come strumento per scatenare una reazione nei protagonisti.

Per il resto, non vi serve sapere nient’altro, poi se non vi basta e volete qualche dettaglio in più, basta continuare a leggere.

The Cry, la trama

Joanna (Jenna Coleman) e Alistair (Ewen Leslie) sono una giovane coppia che si reca in una piccola cittadina dell’Australia per ottenere la custodia di Chloe, la figlia avuta dal primo matrimonio di Alistair. Durante il viaggio scompare misteriosamente il loro figlio Noah di quattro mesi.

La loro relazione va in crisi, iniziano le ricerche e i due neo-genitori vengono catapultati sotto gli occhi dei media e del mondo che mettono in dubbio la loro capacità genitoriale. Un thriller psicologico incentrato sulle pressioni a cui viene sottoposta la coppia che, grazie al montaggio adottato, non segue un percorso temporale lineare ma alterna continui salti tra passato e presente.

Il cast

  • Jenna Coleman è Joanna Lindsay;
  • Ewen Leslie è Alistair Robertson;
  • Asher Keddie è Alexandra Grenville
  • Stella Gonet è Elizabeth Robertson;
  • Sophie Kennedy è Kirsty;
  • Markella Kavenagh è Chloe Robertson;
  • Alex Dimitriades è Detective Peter Alexiades;
  • Shareena Clanton è Detective Lorna Jones;
  • Shauna Macdonald è Dr. Wallace;
  • Kate Dickie è Morven Davis;
  • David Elliot as Henry McCallum.