The New Pope il nuovo teaser trailer in vista del debutto a gennaio su Sky e HBO

The New Pope

The New Pope a gennaio su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv negli USA su HBO. Secondo teaser trailer

Dopo un teaser trailer visionario e onirico, abbiamo nuove scene di The New Pope. La serie in 9 episodi interamente diretta da Paolo Sorrentino arriverà a gennaio su Sky Atlantic (azzardiamo un venerdì 3 o 10 gennaio) e in streaming su Now Tv.


La serie è prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside, parte di Fremantle, e co-prodotta da Haut et Court TV e The Mediapro Studio, per Sky Studios, HBO e Canal+. Il distributore internazionale è Fremantle.

Papa Lenny Belardo è finito in coma dopo un accalorato discorso a Venezia in piazza San Marco sopraffatto dagli impegni, dallo stress, dalla necessità di cambiare la chiesa. Ma il papato non può restare senza “capo” per questo i cardinali si riuniscono in conclave per nominare un nuovo Papa che è interpretato da John Malkovich. Il nuovo Papa inizia a dare la propria impronta alla chiesa, ma cosa succederà quando il precedente papa si risveglia?

the new popeDopo i due episodi presentati a Venezia, due episodi non cronologici e non i primi due, seguendo una moda inaugurata dalla presentazione di Too Old To Die Young, contraria a ogni logica seriale e frutto di una contaminazione con il cinema che non nobilita ma svilisce il senso di una serie, The New Pope arriverà a gennaio come era prevedibile.

Il teaser trailer ci riporta nel mondo visivamente coinvolgente di Paolo Sorrentino, tra musica psichedelica, luci colorate e crocifissi non proprio “semplici”. Decisamente è pronto a stupirci ancora una volta.

Sky, HBO, Sorrentino ci regaleranno magari un The Last Pope per chiudere la trilogia?

Il cast

Il cast, oltre ai due volte nominati agli Oscar Jude Law e John Malkovich, include Silvio Orlando, Javier Cámara, Cécile de France, Ludivine Sagnier, Maurizio Lombardi, già protagonisti in “The Young Pope”. New entry nella serie sono Henry Goodman, Ulrich Thomsen, Mark Ivanir, Yuliya Snigir e Massimo Ghini e le guest star Sharon Stone e Marilyn Manson.