The Price of Glee su Discovery+ il documentario sulle tragedie della serie

The Price of Glee è una docuserie che porta lo spettatore dietro le quinte del fenomeno seriale dei primi anni duemila, Glee. In tre puntate saranno raccontate le difficoltà incontrate dai protagonisti durante e dopo la serie, le tragedie che li hanno colpiti. In particolare la morte di Cory Monteith morto a 31 anni per overdose durante le riprese della serie; il suicidio di Mark Salling accusato di possesso di materiale pedopornografico e la morte di Naya Rivera annegata durante una gita al lago con il figlio.

The Price of Glee su Discovey+

La docuserie The Price of Glee esce su ID-Investigation Discovery lunedì 16 gennaio 2023 e arriverà prossimamente in Italia in esclusiva su discovery+. All’interno della serie si parlerà anche del famigerato pessimo carattere di Lea Michele. Ma dagli Stati Uniti arrivano reazioni non troppo positive a questa docu-serie.

In primo luogo nessun attore, produttore o familiare degli attori ha rilasciato interviste. L’unico familiare è George Rivera padre di Naya che ricorda la figlia. Le testimonianze inedite sono di comparse o membri della produzione coinvolti a vario titolo nella serie tv. Inoltre secondo quanto riportano diversi siti americani sembra che la serie non aggiunga molto a quanto già si sapeva sulle storie legate a Glee.

In fondo, a ben pensarci, c’era anche poco da aggiungere. Quello di Naya Rivera è stato un incidente tragico con poco mistero intorno. Lo stesso si può dire sulle tragiche morti di Monteith e Salling, il primo forse poco aiutato a evitare una ricaduta, il secondo travolto da demoni personali difficili da sconfiggere. The Price of Glee assomiglia a un tentativo di voler stuzzicare l’animo più curioso e pettegolo del pubblico, parlando a chi era adolescente nei primi anni 2000 ed è cresciuto con Glee.

La serie recuperabile su Disney+ fu un vero e proprio fenomeno soprattutto nelle prime due stagioni, raccontando in chiave musical, la rivincita dei cosiddetti “sfigati” di chi non è popolare a scuola, di chi viene bullizzato, di chi nasconde problemi personali. Un teen dramedy musical immerso nella colorata fantasia di Ryan Murphy. Il quale, come spesso capita, tende a perdersi nel lungo periodo e non a caso le ultime stagioni hanno avuto scarso successo.

Riccardo Cristilli
Riccardo Cristilli
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a [email protected] o [email protected]