Too Hot to Handle su Netflix il gioco in cui vince chi…si astiene (video)

Too Hot To Handle

Too Hot To Handle su Netflix il dating game perfetto per la quarantena: giochi sexy ma a distanza di sicurezza e chi si tocca perde soldi!

Le frontiere dei dating show, dei reality show sono infinite e raggiungono vette impensabili. A metà tra Temptation Island e Ex on the Beach, con una spruzzata di Love is Blind, arriva da venerdì 17 aprile su Netflix Too Hot to Handle, provocante ed esplicito ma senza “azione”…di nessun tipo.

Dieci concorrenti, naturalmente belli e super in forma, vengono spediti in una villa su un’isola deserta. L’attrazione è naturalmente immediata ma per vincere il premio devono…mantenere le distanze, non solo verso gli altri ma anche verso se stessi. Di fatto è un gioco di astinenza e chi si tocca è perduto. Letteralmente. E la nuova frontiera dei dating show passa dall’assenza di un conduttore o narratore, la vita nella villa è gestita da Lana un’assistente virtuale che tutto sa e tutto vede “nessuno sa quello che Dio o Lana ha in mente“.

Come funziona Too Hot To Handle?

In Too Hot to Handle dieci single attraenti di diverse parti del mondo si riuniscono in un angolo di paradiso tropicale per quella che assaporano già come l’estate più esotica ed erotica della loro vita… ma c’è una sorpresa. Se vogliono vincere il premio di 100.000 dollari, questi giovani che non sanno nemmeno cosa voglia dire una relazione a lungo termine e che amano gli incontri casuali dovranno rinunciare alle effusioni sessuali per l’intera durata della loro permanenza.

I baci, le carezze spinte e l’autoerotismo non sono autorizzati. Ogni volta che le regole vengono infrante il montepremi scende.

In questa oasi di lusso, ma non di lussuria, riusciranno i single seriali a stabilire legami sentimentali più profondi? O sarà troppo difficile resistere alle tentazioni?

Naturalmente i concorrenti sono il classico materiale da reality/dating show e il fondo di “psicologia” che si nasconde dietro a queste tipologie di prodotti è legato all’idea di crescita personale di ciascuno di loro, cambiare l’approccio alle relazioni e imparare a conoscere gli altri. Non solo fisicamente.

Da dove arrivano i 10 concorrenti?

Se nella descrizione si parla di concorrenti da “tutto il mondo”, in realtà Too Hot To Handle ha concorrenti dal mondo anglofono.

C’è Chloe dall’Essex (UK), David da Londra, Francesca dal Canada, Haley dalla Florida (USA), Harry da Queensland Australia, Kelechi “Kelz” da Londra, Matthew dal Colorado (USA), Nicole dall’Irlanda, Sharron dal New Jersey (USA) e Rhonda dalla Georgia (USA).