Home CINEMA Tredici Vite, quando la realtà supera la fantasia – Recensione

Tredici Vite, quando la realtà supera la fantasia – Recensione

- Pubblicità -
tredici vite scena dal film
Credit: Prime Video, concessione da Ufficio Stampa.

Tredici Vite, trama e recensione del film su Prime Video dal 5 agosto 2022

Tredici Vite – Thirteen Lives è un film tratto da una storia vera che però è inverosimile. La pellicola del 2022, diretto e prodotta da Ron Howard e scritta da William Nicholson, racconta con dovizia di particolari quello che è successo tra giugno e luglio 2018, quando una squadra di calcio giovanile è rimasta intrappolata nella caverna di Tham Luang insieme al proprio allenatore per 18 giorni, in Thailandia.

Il film è stato rilasciato in alcune sale selezionate negli Stati Uniti il 29 luglio, ed è disponibile su Prime Video dal 5 agosto. É stato prodotto da Metro-Goldwyn-Mayer, Bron Creative, Imagine Entertainment, Magnolia Mae e Storyteller Productions. Entrerà nella Top Ten di Prime Video?

- Pubblicità -

Tredici Vite – La trama

Thailandia. I membri di una squadra di calcio giovanile dopo un allenamento decidono di recarsi, insieme al loro allenatore, a esplorare una caverna. Di solito, per la stagione dei monsoni, la caverna è chiusa. Ancora per pochi giorni, però, è transitabile. O almeno dovrebbe esserlo. Maltempo e grandi piogge, arrivate in anticipo, chiudono ogni strada di accesso e la squadra di calcio rimane intrappolata. Prima di riuscire anche solo a raggiungerli ci vorranno giorni interi.

- Pubblicità -

Divers esperti e volontari arrivano da ogni parte del mondo per cercare di dare una mano. I cunicoli che portano alla caverna sono estremamente tortuosi e risultano difficoltosi anche per la marina thailandese. Tra questi ci sono anche Richard Stanton e John Volanthen, speleologi subacquei volontari provenuti dall’Inghilterra. Saranno loro i primi a riuscire a raggiungere i ragazzi. Dopo diversi tentativi e non poche difficoltà, i ragazzi verranno tirati fuori sani e salvi.

La recensione di Tredici Vite

Questo non è un film facile. Per diversi motivi. Racconta una storia vera che ha dell’incredibile, del miracoloso, del sovrannaturale. La storia di 13 persone (12 ragazzini e il loro coach) che sono rimasti intrappolati in una caverna, sono sopravvissuti in totale solitudine per giorni e giorni e che sono stati tirati fuori, sedati, trasportati come pacchi postali. In qualche modo, nessuno di loro è morto, anche se due persone della squadra di salvataggio, purtroppo, non ce l’hanno fatta.

- Pubblicità -

Come si fa, a livello filmico, ad approcciarsi a una materia del genere? É complesso. Le persone coinvolte sono tante, i punti di vista quasi altrettanti. C’è quello thailandese, quello occidentale, quello dei genitori, quello dei bambini, quello del governo, quello dei contadini, quello dei volontari, quello di chi nuota, di chi salva, di chi decide, dei marines, delle famiglie. C’è la politica, la religione, il gesto selfless di chi ha attraversato il mondo per dare una mano e le cui motivazioni non vengono poi tanto indagate, perché nel qui e ora non hanno importanza. E poi c’è il mondo di fuori, che non penetra se non per strettissime fessure, perché per quei giorni l’unica cosa che conta è salvare quei ragazzi, e basta. Perché tutta la comunità partecipa con lo stesso fiato sospeso.

- Pubblicità -

Questo film è faticoso, è soffocante, è esso stesso una caverna. Fa un ottimo lavoro di equilibrio. Non è retorico, il che è un enorme merito. Semmai, ed è ironico visto che si tratta di acqua, risulta un pizzico asciutto. Una quasi-cronaca (naturalmente drammatizzata, ma non potrebbe essere altrimenti) di quello che possono fare le persone insieme quando c’è bisogno di aiuto. Non per claustrofobici.

Il trailer originale

Il cast

  • Viggo Mortensen è Richard Stanton
  • Colin Farrell è John Volanthen
  • Joel Edgerton è Richard Harris
  • Tom Bateman è Chris Jewell
  • Sukollawat Kanarot è Saman Kunan
  • Thiraphat Sajakul è Anand
  • Sahajak Boonthanakit è Narongsak Osatanakorn
  • Vithaya Pansringarm è General Anupong Paochinda
  • Teeradon Supapunpinyo è Ekkaphon Chanthawong
  • Nophand Boonyai è Thanet Natisri