Tutti per 1 – 1 Per tutti il film originale Sky seguito de I Moschettieri del Re “un film divertente ma faticoso”- La conferenza stampa

tutti per 1
photocredit Tullio Deorsola
- Pubblicità -

Presentazione di Tutti per 1 – 1 per tutti il film Sky Original seguito de I moschettieri del Re a Natale su Sky Cinema 1 e in streaming su Now Tv

La sera di Natale 25 dicembre in prima visione assoluta su Sky Cinema Uno e in streaming su Now Tv arriva Tutti per 1 – 1 Per tutti commedia diretta da Giovanni Veronesi seguito de I Moschettieri del Re.

La chiusura delle sale ha favorito il passaggio su Sky per quello che è così diventato il primo film Sky Original che si affiancheranno alle serie tv. Rigorosamente in streaming il film è stato presentato alla presenza del regista e di tutto il cast Pierfrancesco FavinoValerio MastandreaRocco PapaleoGiulia Michelini, Guido CaprinoAnna FerzettiFederico IelapiSara Ciocca, Giulio Scarpati e Margherita Buy.

- Pubblicità -

Le dichiarazioni dalla Conferenza Stampa

Il film Tutti per 1 – 1 per tutti è stato girato tra agosto e ottobre 2020, con tutte le normative anti-Covid e Giovanni Veronesi ha spiegato che la scena iniziale con i bambini e le mascherine non era stata scritta originariamente ma è nata sul set “quando sono arrivati i bambini con le mascherine, con i genitori con le mascherine, era un’immagine unica e irripetibile. Si vedevano solo gli occhi e con quegli occhi era importante raccontare questa storia del passato in cui si era più liberi“.

Il film è una commedia per tutta la famiglia, disponibile per tutti gli abbonati Sky e non solo per chi ha Sky Cinema, “un regalo per tutti” come l’ha definito il CEO di Indiana, in un momento in cui “il cinema deve andare verso le persone” come ha sottolineato Nicola Maccanico di Sky. “Un po’ mi dispiace che non possa uscire nelle sale perchè è visivamente importante, ma sono contento che Sky ci abbia accolto come degli orfani” ha aggiunto il regista.

Un film faticoso fisicamente come hanno detto tutti i protagonisti per le ore di trucco, i costumi impegnativi ma che tutti si sono divertiti a girare, “tutti mi vedono come un bell’uomo ma internamento sono marcio, questo film ha dato la spinta definitiva al mio addio alle scene” ha scherzato Rocco Papaleo, impegno fisico sottolineato da tutti gli attori come Giulia Michielini o Giulio Scarpati che è un gobbo con un uncino e una gamba di legno e durante le riprese “Son caduto e si è rotta la gamba di legno, ho pensato fossero i legamenti”.

Pierfrancesco Favino è D’Artagnan e ha raccontato quando si sia divertito con questo personaggio “è raro avere l’occasione di essere bambino ora, andare a cavallo, prendersi meno sul serio. La linea che amo di più è quella demenziale, che sei un bambino del ‘600 ma ti prendi gioco del presente. D’Artagnan mi riporta a un’idea di gioco. Spesso c’è una paura di osare ma c’è bisogno di farlo, di andare al di là delle nostre abitudini.

Giovanni Veronesi ha raccontato di aver letto il libro di Dumas 5 anni fa quando ha pensato di fare il film ed è stato complesso perchè i romanzi sono complicati, pieni di riferimenti storici. “Questi personaggi me li porterei dietro finchè non muriamo tutti, farei un bel funeralone tutti insieme!” scherzando sull’età dei protagonisti, poi ha raccontato l’importanza della musica nel film curata da Checco Zalone e improntata sull’ironia, ma anche La Cura di Battiato, una canzone che non aveva dato prima che “non mi aspettavo” ha detto Veronesi. “Per me non è un seguito, son gli stessi personaggi ma è tutto diverso. Se ho detto qualcosa di diverso in passato, dico solo balle non dovete crederci. Mi piace l’idea di lavorare sempre con gli stessi attori, mi piace portarli dietro.

Nel film ci sono diversi camei come Ubaldo Pantani, Giuliano Sangiorgi che fa un casellante e Adriano Panatta che fa il cicisbeo della Regina “e gli ho messo la parrucca e ci è rimasto malissimo perchè i suoi capelli sono famosi in tutto il mondo” ha raccontato Veronesi con Panatta in collegamento che ha risposto “Non lo voglio più vedere, non ci giocherò più a tennis. Mi ha fatto assomigliare a mia zia Teresa morta da tempo, ho paura quando arriverà il film e mi vedranno.

La Sinossi di Tutti per 1 – 1 per tutti

Sempre goliardici ma più arrugginiti, tornano i Moschettieri D’Artagnan (Pierfrancesco Favino), Porthos (Valerio Mastandrea) e Athos (Rocco Papaleo), richiamati dalla Regina Anna d’Austria (Margherita Buy) per un’ultimissima missione segreta. Guidati stavolta da una singolare veggente di nome Tomtom (Giulia Michelini), si lanceranno in una nuova, mirabolante, avventura che intreccerà i destini della piccola Principessa Ginevra (Sara Ciocca), figlia di Enrichetta d’Inghilterra (Anna Ferzetti), e Buffon (Federico Ielapi), un giovanissimo e riccioluto orfanello. In un viaggio costellato di sfide di ogni genere e incontri fantastici, tra cui quello con Cirano (Guido Caprino), si troveranno ad affrontare la più dura delle prove: scegliere tra la fedeltà alla Corona e quella all’amicizia.

Arrivano i film Sky Originals

Accanto alle produzioni seriali da Romulus a Gomorra, da Riviera a The Young Pope, abituiamoci a considerare anche i film Sky Originals, disponibili su Sky Cinema, con i grandi protagonisti del cinema italiano e internazionale.

Come ha spiegato Nicola Maccanico di Sky e Vision “l’idea è costruire film che possano avere modelli di fruizione diversa, cercare film per la sala ma anche che possano arrivare sulla piattaforma con o senza Vision, credo sia importante in un momento in cui ci sono tante modalità di fruizione. E il cinema non deve subire questo momento“.

- Pubblicità -