Dituttounpop > TV > Un’ora sola vi vorrei su Rai 2 la comicità di Enrico Brignano dura 60 minuti

Un’ora sola vi vorrei su Rai 2 la comicità di Enrico Brignano dura 60 minuti

Un’ora sola vi vorrei il programma di Enrico Brignano su Rai 2 da martedì 22 settembre

Un’ora sola Vi Vorrei è il nuovo programma comico di Enrico Brignano su Rai 2 da martedì 22 settembre. Uno show che è una corsa contro il tempo, un one man show da un’ora in cui fare tutto, presto e bene (almeno si spera). 5 prime serate che uniscono ingredienti diversi con lo stile tipico di Enrico Brignano.

- Pubblicità -

In una tv maratona, con prime serate che sforano oltre l’1 di notte, Un’ora sola vi vorrei prova a concentrare lo show in un’ora anche se il programma è schedulato da palinsesto dalle 21:20 alle 22:50 quando passerà la linea a Una Pezza di Lundini. Ci sarà mezz’ora di pubblicità? durerà più di un’ora netta? inizierà più tardi?

One Man Show di Enrico Brignano

- Pubblicità -

Il programma è Enrico Brignano. Troveranno spazio i suoi monologhi sull’attualità  che nascono dalla capacità del comico di mettere in scena un’analisi divertente, e allo stesso tempo divertita, dei fatti della settimana, dove la satira è il mezzo portante per decodificare e raccontare quel che accade ogni giorno.

Ci sarà spazio anche per la musica che tiene il ritmo al conduttore e lo accompagna nella sua corsa contro i minuti che passano con una Resident band sempre presente in studio e dei danzatori e performers pronti a dare vita a originali momenti artistici. Non mancheranno in alcune puntate ospiti di eccezione, chiamati a mettersi in gioco e a divertirsi insieme al padrone di casa per dare vita a uno spettacolo all’insegna del dinamismo, dove la parola d’ordine è “giocare a tempo”. Nella prima puntata verrà coinvolta sul tema portante del programma, il tempo, la cantautrice Malika Ayane.

- Pubblicità -

La trasmissione è l’occasione per Brignano per passeggiare tra i ricordi del passato e un ponte gettato sul futuro, passeggiando sulla linea tratteggiata del nostro presente sempre affannato, rincorso, in equilbrio tra i minuti che scorrono veloci.

Per un mattatore come Brignano, capace di andare avanti anche per tre ore nei suoi spettacoli teatrali, restare nel tempo prestabilito è una sfida nella sfida. Enrico Brignano la accetta e si cimenta per la prima volta in un’operazione inedita in cui condensare e raccontare tutto il suo caleidoscopico mondo, con un occhio sempre rivolto al grande orologio presente in studio che inesorabilmente segna i minuti mancanti alla fine della puntata. Ogni cosa è concessa pur di stare dentro il tempo stabilito, tutto può essere condensato e sintetizzato con effetti anche imprevedibili: le canzoni, le pubblicità, i balletti, i pensieri.

- Pubblicità -