Una serata di Stelle per il Bambino Gesù, mercoledì 20 novembre Amadeus fa le prove di Sanremo

Ascolti Tv mercoledì 20 novembre una serata di stelle per il bambino gesù
- Pubblicità -

Una serata di Stelle per il Bambino Gesù su Rai 1 mercoledì 20 novembre con Amadeus e grandi nomi della musica e non solo: da Rovazzi a Renzo Arbore dal CT Mancini a Immobile e Florenzi

Amadeus fa le prove di Sanremo e mercoledì 20 novembre su Rai 1 conduce una serata tra musica e beneficenza dedicata all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Una serata di stelle per il Bambino Gesù è in diretta su Rai1 dall’Aula Paolo VI della Città del Vaticano e in radiovisione su RTL 102.5, mercoledì 20 novembre in occasione della celebrazione dei 150 anni dell’ospedale.

- Pubblicità -

Amadeus accompagnerà il pubblico in un viaggio straordinario e toccante, in cui i protagonisti saranno le storie dei bambini e dei ragazzi accolti e sono tanti gli artisti che hanno deciso di essere vicini ad Amadeus in questo show unico: Francesco Renga, Alessandra Amoroso, Mahmood, Fabio Rovazzi, J-Ax, Benji & Fede, Elodie, The Kolors, Irama, Noemi, Giovanni Allevi, Renzo Arbore, Ficarra e Picone accenderanno questa serata di stelle dando voce alle emozioni di storie uniche, straordinarie e difficili.

Anche il mondo dello sport sarà sul palco – rappresentanti della Nazionale italiana di Calcio come il CT Roberto Mancini, e tanti campioni come Alessandro Florenzi, Ciro Immobile e Javier Zanetti. Tanti saranno gli ospiti presenti, fra i quali Massimo Ghini.

Un appuntamento imperdibile che coinvolgerà anche tutta la comunità del polo ospedaliero e vedrà alternarsi sul palco suggestivi momenti musicali e storie vere, raccontate dalle star e dai protagonisti. Un viaggio emozionante e autentico nelle corsie della struttura sanitaria che accoglie ogni giorno racconti di battaglie coraggiose contro la malattia, ma anche di amore, speranza e determinazione.

I proventi della serata saranno devoluti all’Istituto dei tumori e dei trapianti dell’Ospedale Bambino Gesù. Il pubblico in sala avrà così la possibilità non solo di assistere ad uno spettacolo unico, ma anche di contribuire al finanziamento e al sostegno dell’Istituto dei tumori e dei trapianti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che ha l’obiettivo di promuovere la ricerca contro i tumori, l’attività trapiantologica e l’accoglienza delle famiglie. È già attivo, a questo scopo, anche il numero solidale 45535, che permette di donare.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è un centro di eccellenza riconosciuto a livello nazionale ed internazionale per la cura di patologie complesse. I pazienti ricoverati in ospedale arrivano da tutta Italia e dal mondo, anche grazie a programmi di solidarietà che consentono a bambini provenienti dalle aree più svantaggiate di avere accesso a cure avanzate. Nel 2018 sono stati effettuati 28.730 ricoveri e 327 trapianti, con il 30% dei pazienti provenienti da regioni diverse dal Lazio e un 15% di bambini di cittadinanza straniera. Sempre di più, tuttavia, l’Ospedale della Santa Sede è un riferimento per l’accoglienza di bambini con patologie complesse e rare. Il progetto dell’Istituto tumori e trapianti rafforzerà la ricerca e la cura delle malattie oncoematologiche in età pediatrica e i trapianti di cellule staminali emopoietiche e di organi solidi. Le principali linee di sviluppo del progetto riguardano lo sviluppo e il consolidamento della terapia cellulare e genica CAR-T per la cura dei tumori; percorsi integrati medico-chirurgici per i trapianti di organi solidi e la rigenerazione polmonare, lo sviluppo della medicina di precisione, i centri trials clinici, la ricerca traslazionale e la formazione nazionale e internazionale.

- Pubblicità -