Ustica – Verità senza nomi il documentario al posto de Le Parole della settimana

ustica

Ustica Verità senza nomi per il ciclo La Grande Storia Anniversari sabato 27 giugno alle 20:30 al posto di Le Parole della settimana

Massimo Gramellini ha concluso il suo impegno settimanale la scorsa settimana con l’ultimo appuntamento di questa stagione de Le Parole della Settimana diventato nell’ultima parte Aspettando Le Parole sorta di spinoff post lockdown con il titolo inserito quando la trasmissione è riuscita a tornare in onda.

E da una trasmissione fatta di parole, Rai 3 passa sabato 27 giugno a un documentario su un evento di cui si conoscono ben poche parole, uno dei grandi misteri italiani come Ustica. Per il ciclo La Grande Storia Anniversari alle 20:30 di sabato 27 giugno va in onda Ustica – Verità senza nomi di Pino Nazio.

La sera del 27 giugno 1980 un Dc 9 della compagnia aerea privata Itavia in volo da Bologna e Palermo precipita nel mare di Ustica. 81 persone perdono la vita. E nel giorno del quarantesimo anniversario di un evento ancora senza colpevoli su Rai 3 il documentario racconta i giorni precedenti alla tragedia.

“Ustica – Verità senza nomi” di Pino Nazio, ripercorre gli eventi che precedettero la tragedia e le indagini svolte nel corso degli anni dalla magistratura per accertare che cosa avvenne sui cieli di Ustica quella sera. L’ipotesi più probabile, ribadita da alcune sentenze penali e civili, è che l’aereo sia stato abbattuto da un missile esploso nelle sue vicinanze nel corso di uno scontro tra velivoli militari di diversi Paesi – americani, francesi e libici – avvenuto sui cieli italiani.

Le indagini si sono puntualmente arenate contro quello che è stato chiamato il “muro di gomma”: omissioni, depistaggi, reticenze, comportamenti volti a nascondere quanto veramente accadde.  Diversi procedimenti penali si sono tutti conclusi senza condanne.

Quarant’anni dopo, le indagini sulla strage sono ancora aperte presso il tribunale di Roma. I resti dell’aereo si trovano a Bologna nel Museo per la Memoria di Ustica. Tra gli intervistati il Procuratore Generale di Roma, Giovanni Salvi, e il giudice civile Paola Prato Pisani.