Waffles + Mochi su Netflix la serie per bambini con Michelle Obama e Massimo Bottura

waffle + mochi
- Pubblicità -

Waffles + Mochi pupazzi in giro per il mondo su Netflix da martedì 16 marzo con Michelle Obama. Ospite di due puntate Massimo Bottura

Debutta oggi martedì 16 marzo su Netflix in 10 episodi la serie Waffles + Mochi destinata a un pubblico pre-scolare ma che grazie agli Obama sta attirando l’attenzione degli adulti e l’interesse di una platea più vasta rispetto a quella che normalmente tratterebbe una produzione di questo tipo.

Infatti Waffles + Mochi non solo è prodotta dalla Higher Ground di Barack e Michelle Obama ma vede come parte del cast la stessa ex First Lady che sarà una sorta di proprietaria di un negozio di alimentari che aiuta i protagonisti a conoscere meglio il cibo che mangiano. Negli episodi 6 e 9 ospite anche Massimo Bottura.

- Pubblicità -

La sinossi ufficiale

Questa la sinossi ufficiale rilasciata da Netflix per sapere di cosa parla Waffles + Mochi:

C’erano una volta, nella Terra dei Surgelati, due migliori amici di nome Waffles e Mochi con un sogno comune: diventare chef! L’unico problema è che tutto quello che cucinavano era fatto di ghiaccio. Quando questi due amici del gusto vengono improvvisamente assunti come dipendenti di uno stravagante supermercato, inizia per loro l’avventura culinaria della vita. Con l’aiuto di volti nuovi e amichevoli come la signora Obama, la proprietaria del supermercato, e un magico carrello della spesa volante come guida, Waffles e Mochi partono per un viaggio alla scoperta di cucine, ristoranti, fattorie e case di tutto il mondo, cucinando ricette con ingredienti di tutti i giorni insieme a rinomati chef, cuochi casalinghi, bambini e celebrità. Che stiano raccogliendo patate sulle Ande del Perù, assaggiando spezie in Italia o preparando miso in Giappone, questi curiosi esploratori scoprono la meraviglia del cibo e che ogni pasto è un’occasione per fare nuove amicizie. Waffles + Mochi è un invito entusiasmante per far cucinare insieme bambini e adulti e connettersi alle culture di tutto il mondo.

 

- Pubblicità -