Warrior Nun su Netflix ci sono le suore guerriere a caccia di demoni

warrior nun

Warrior Nun su Netflix la prima stagione dal 2 luglio la serie ispirata alla saga a fumetti di Ben Dunn: suore guerriere a caccia di demoni

Combattere il soprannaturale è una missione…divina. Arriva da oggi giovedì 2 luglio su Netflix Warrior Nun, letteralmente suore guerriere, una nuova serie tv soprannaturale che strizza l’occhio agli adolescenti ma cerca di conquistare i più adulti con l’ispirazione legata alla saga a fumetti di Ben Dunn.

Simon Barry ha sviluppato e ideato questa serie tv di genere fantastico composta da 10 episodi tutti sbarcati su Netflix. Pronti per saperne di più? Intanto godiamoci il trailer

Giovani protagoniste, ritmo, elementi soprannaturali e azione, con questi elementi la serie riuscirà a conquistare gli italiani?

Warrior Nun la trama

Protagonista è Ava (Alba Baptista) una ragazza di 19 anni che si risveglia in un obitorio: era morta ma grazie a un misterioso artefatto è tornata in vita. Ava è cresciuta in un orfanotrofio dopo la morte della madre in un incidente stradale in cui la ragazza perse l’uso delle gambe e senza un padre, mai conosciuto.

A salvarla le suore dell’Ordine della spada Cruciforme che dopo la morte del capo delle Warrior Nun decidono di traferire il manufatto divino nel corpo della ragazza riportandola in vita e facendola entrare nel loro ordine di suore combattenti contro i demoni. Naturalmente Ava non è proprio subito convinta di diventare una guerriera e proverà a vivere la sua nuova vita da adolescente sfruttando questa seconda occasione. Ma i demoni si mettono in mezzo e per Ava il destino è certo.

Il cast

Ecco gli attori principali e il loro ruolo: Alba Baptista (Ava), Tristán Ulloa (Padre Vincent), Kristina Tonteri-Young (Sorella Beatrice), Lorena Andrea (Sorella Lilith), Toya Turner (Shotgun Mary), Thekla Reuten (Jillian Salvius), Sylvia De Fanti (Madre Superiora), Emilio Sakraya (JC), Olivia Delcán (Sorella Camila), Joaquim De Almeida (Cardinal Duretti), May Simón Lifschitz (Chanel), Dimitri Abold (Randall) e Charlotte Vega (Zori).

Ci sarà una seconda stagione?

Al momento non è stata presa alcuna decisione su un’eventuale seconda stagione. La serie non nasce come miniserie ma il suo futuro è legato al suo successo: se le visualizzazioni saranno sufficienti in tutto il mondo, la serie avrà una seconda stagione altrimenti Netflix procederà a cancellarla.

Foto: Netflix