Wolfsburg immigrati in Germania e lupi mannari nella nuova serie Rai Fiction e Cross Productions

wolfsburg

Wolfburg serie italo-tedesca su immigrazione e lupi mannari

Al Festival del cinema di Berlino da qualche anno c’è una divisione dedicata alle serie tv e al mercato della serialità. Negli ultimi giorni anche l’Italia è stata protagonista.

Tra i progetti presentati c’è Wolfsburg una serie tv prodotta da Cross Productions, società in cui Beta Film ha una quota, già dietro a Il Cacciatore, insieme a Rai Fiction arrivata a Berlino in cerca di ulteriori investitori. La serie è ambientata negli anni ’60 a Wolfsburg, sede della Volkswagem, dove arriva un italiano immigrato che si rivela essere un lupo mannaro assassino.

L’obiettivo dei produttori è di portare al Mip Tv di Cannes del mese prossimo almeno un primo teaser trailer realizzato con un budget da un milione di euro, a fronte di un budget previsto per le 10 puntate da 28 milioni. Rai Fiction e Beta sono tra i finanziatori capaci di raggiungere, grazie anche ai fondi regionali tedeschi e al tax credit italiano, 22 milioni come spiegato da Rosario Rinaldo di Cross Productions.

L’obiettivo è “unire l’horror o il fantasy con il neo-realismo italiano” ha spiegato Rinaldo che ha sottolineato come alla base di Wolfsburg c’è la “paura per il diverso” in questo caso nel rapporto tra Germania e Italia per l’immigrazione anni ’60. Stefano Sardo (In Treatmen, 1992-1994) è sceneggiatore e showrunner, Davide Marengo de Il Cacciatore il regista. Gli effetti speciali sono affidati a Victor Perez che sta collaborando con Federico Gnoli (L’Amica Geniale).

Anche se non si dovesse raggiungere la quota desiderata, l’obiettivo è di iniziare la produzione a ottobre 2020 con le riprese che saranno per lo più in Germania e in parte in Italia anche se complessivamente sarà al 60% una produzione italiana.

Gli aggiornamenti di The Alliance

The Alliance, l’alleanza nata tra operatori pubblici italiani Rai, tedesco, ZDF e francese France Television, sta collaborando con Beta Film e la scandinava Viaplay per l’adattamento del thriller sci-fi The Swarm. Le riprese degli otto episodi inizieranno in questi mesi, al centro un gruppo di scienziati e soldati che dovranno fare i conti con il comportamento anomalo di alcuni animali marini che iniziando ad attaccare l’uomo.

The Allianche ha latri 5 progetti in essere:

  • Mirage già in onda in Francia e dal 22 marzo in Germania, un thriller ambientato a Abu Dhabi che racconta la storia di un esperto di sicurezza per i sistemi nucleari preso di mira da misteriosi agenti segreti.
  • Il Giro del mondo in 80 giorni, adattamento del romanzo di Julius Verne, arriverà a fine del 2020. David Tennant sarà il protagonista Phileas Fogg che insieme a Passepartout (Ibrahim Koma) partono per un viaggio intorno al mondo in 80 giorni.
  • Le riprese di Leonardo in 8 episodi sono in corso a Roma. Frank Spotnizt e Steve Thompson hanno scritto la sceneggiatura di questo nuovo racconto della vita del grande genio del Rinascimento che sarà interpretato da Aidan Turner. Nel cast anche Giancarlo Gianni, Matilda de Angelis e Freddie Highmore.
  • Inizieranno in primavera le riprese di Sopravvissuti mistery in 12 episodi che racconta la storia di un’imbarcazione scomparsa per un anno e che riappare con solo 7 sopravvissuti a bordo. Lino Guanciale sarà il protagonista.
  • Quinto progetto è Il Quinto giorno adattamento del romanzo di Frank Schatzing le cui riprese sono previste in autunno.