All Rise, licenziato il creatore mentre sono ancora in corso le riprese della seconda stagione

All rise
ALL RISE -- A drama that follows the dedicated, chaotic, hopeful, and sometimes absurd lives of judges, prosecutors, and public defenders as they work with bailiffs, clerks and cops to get justice for the people of Los Angeles amidst a flawed legal system. Pictured: Simone Missick as Lola Carmichael Photo: Michael Yarish/CBS ©2019 CBS Broadcasting, Inc. All Rights Reserved
- Pubblicità -

All Rise il creatore Greg Spottiswood licenziato da Warner Bros

Greg Spottiswood creatore, co-showrunner e produttore di All Rise è stato licenziato da Warner Bros mentre le riprese della seconda stagione sono ancora in corso con 15 delle 17 puntate ordinate già realizzate.

Come spiega deadline il licenziamento è arrivato al culmine di un’indagine iniziata durante la prima stagione. Alla fine del primo ciclo di episodi ben 5 sceneggiatori su sette lasciarono il gruppo di lavoro guidato da Spottiswood, compresi tre di colore compreso Sunil Nayar all’epoca co-showrunner. Secondo l’accusa Spottiswood avrebbe atteggiamenti offensivi e per alcuni razzisti verso le persone con cui lavora. Gli sceneggiatori che lasciarono la serie dichiararono che il modo di essersi scontrati con lui per il modo di raccontare le persone di colore.

- Pubblicità -

Lo scorso anno Warner Bros decise di non licenziare Spottiswood, gli affiancò un nuovo showrunner, Harris-Lawrence e una donna nera come coach aziendale per aiutarlo a gestire i rapporti di lavoro. La situazione non sarebbe migliorare e nella writers room ora virtuale, il clima sarebbe peggiorato con ulteriori atteggiamenti offensivi soprattutto verso persone di colore. A quel punto la decisione di licenziarlo è stata naturale e lo sceneggiatore è stato anche abbandonato dalla sua agenzia che lo rappresentava.

Dee Harris- Lawrence resta come showrunner della serie, lavorando con i produttori Michael M. Robin e Len Goldstein.” hanno spiegato da Warner Bros “siamo come sempre impegnati a garantire un ambiente di lavoro inclusivo e sicuro verso tutti“.

Sicuramente desta stupore il fatto che una situazione di questo tipo si sia verificata in una delle serie tv dal cast più variegato e più attenta ai temi sociali e di razzismo attualmente sulla tv generalista e in particolare su CBS. All Rise (la cui seconda stagione ad Aprile arriverà anche su Premium Stories e Infinity) ha come protagonista la giudice Lola Carmichael interpretata dall’attrice Simone Missick e in questa nuova stagione sta affrontando direttamente sia il Covid che le tematiche relative al movimento Black Lives Matter.

Al momento CBS non ha preso decisioni sulle sue serie tv ma pur essendo prodotta esternamente da Warner Bros risulta difficile immaginare che la rete possa cancellare una delle poche serie tv con una protagonista femminile e di colore della rete.

- Pubblicità -