Antonino Chef Academy 3, le anticipazioni della puntata del 5 settembre 2021

antonino chef academy
- Pubblicità -

Antonino Chef Academy 3 seconda puntata domenica 5 settembre, le anticipazioni

Secondo appuntamento su Sky Uno e in streaming su NOW (oltre che on demand) per la terza edizione di Antonino Chef Academy la scuola di cucina dello chef Cannavacciulo che mette in palio un posto nella sua brigata. Domenica 5 settembre secondo appuntamento su Sky Uno alle 21:15 ma anche on demand e in streaming.

I 9 ragazzi rimasti in gara, tutti tra i 20 e 23 anni (qui l’elenco) affronteranno una puntata a base di pane e birra e incontreranno la chef Chiara Pavan, il padre del lievito madre Eugenio Pol e il mastro birraio Antonio Terzi.

- Pubblicità -

Le lezioni della seconda puntata del 5 settembre

Dopo la prima bocciatura, proseguono le lezioni. L’argomento di questa lezione è il pane, che dovrà essere trasformato dalla sua forma originale facendolo diventare l’ingrediente principale dei piatti dei giovani allievi. A portare la materia prima, per l’occasione, è uno dei più famosi panificatori d’Italia, Eugenio Pol, definito da molti “il padre del lievito madre”.

Per il test fuori sede, i ragazzi andranno nel monastero di Astino, vicino Bergamo, luogo ricco di coltivazioni, soprattutto di luppolo. Il tema della prova sarà proprio la birra: gli allievi, divisi in tre squadre da tre, dovranno realizzare due piatti utilizzando la birra portata da Antonio Terzi, mastro birraio proprietario del birrificio Elav, premiato con il simbolo della Chiocciola, il più importante, da Slow Food, che l’ha definito “un modello per tutto il settore”.

Tornati in classe per il test di approfondimento i ragazzi affronteranno una prova sulla fermentazione introdotta dalla Chef del ristorante stellato Venissa Chiara Pavan, premiata nel 2019 come Cuoca dell’anno per la Guida dell’Espresso e Chef Internacional per la rivista Elle in Spagna e, nel 2020, come Miglior chef donna per la guida Identità Golose 2020. I cuochi in gara dovranno realizzare un piatto utilizzando uno degli ingredienti fermentati portati dalla chef Pavan. Chi avrà il voto più basso alla fine delle tre prove, sarà eliminato.

Antonino Chef Academy, Come funziona?

Torna una nuova classe di giovani cuochi, tutti tra i 18 e i 23 anni, che Antonino e il suo fidato sous chef Simone Corbo sono pronti a guidare nel percorso formativo: sfide e prove complesse, tecniche e rigorose, alcune delle quali si terranno anche in location esterne, in cui dovranno mettere in campo tutte le conoscenze professionali e personali in loro possesso per dimostrare di essere all’altezza della cucina di uno dei ristoranti più esclusivi d’Italia.

Le prove di Antonino Chef Academy vedranno ogni allievo realizzare dei piatti sulla base di quanto appreso durante le lezioni. Al termine di ogni prova, ai giovani chef verrà assegnato un voto, la cui somma andrà a determinare la classifica finale: colui che avrà totalizzato il voto più basso sarà costretto ad abbandonare l’accademia.

Le prove

In questa nuove stagione di Antonino Chef Academy tornano le tre tipologie di prove sulle quali gli chef in gara dovranno sfidarsi. Al termine, in base alla classifica finale, colui che avrà totalizzato il voto più basso sarà costretto ad abbandonare l’Accademia.

  • TECNICHE DI CUCINA: gli studenti dovranno mettere in pratica le tecniche basilari della cucina insegnate da Chef Antonino. Ognuno di loro, alla propria postazione, dovrà realizzare un piatto in base a quanto appreso dalla lezione. Al termine del tempo a disposizione e dopo l’assaggio di chef Cannavacciuolo, verrà assegnato il voto.
  • TEST FUORI SEDE: in una location esterna gli sfidanti, suddivisi in piccoli gruppi e alla presenza di dell’ospite che affiancherà chef Cannavacciuolo, dovranno mettere alla prova le loro abilità professionali. Al termine della prova ogni team riceverà il voto sulla prova.
  • TEST DI APPROFONDIMENTO: una manche individuale vedrà coinvolti i ragazzi in una sfida sulle nozioni apprese durante la lezione specialistica tenuta da un “professore” ospite. Gli studenti, sotto la supervisione di Antonino, affronteranno l’ultimo giudizio, che non verrà svelato ma annotato su un registro per arrivare così al verdetto finale.
- Pubblicità -