Bob’s Burger – Il film, i doppiatori originali raccontano l’evoluzione del film su Disney+

bob's burger il film disney plus
Disney+
- Pubblicità -

Bob’s Burger – Il film, nelle parole dei protagonisti

Dopo diversi spostamenti e rimandi, Bob’s Burger – Il film arriva finalmente sui nostri schermi. Sarà infatti disponibile su Disney+ dal 13 luglio 2022. Abbiamo fatto una chiacchierata internazionale con i protagonisti del film, che ci hanno raccontato il processo che ha portato alla realizzazione del lungometraggio e come si sentono rispetto al prodotto finale.

All’incontro erano presenti: Kristen Schaal, doppiatrice di Louise Belcher, H. Jon Benjamin (Bob Belcher), Dan Mintz (Tina), Larry Murphy (Teddy), John Robertz (Linda), Eugene Mirman (Gene) e poi Loren Bouchard (co-regista e co-sceneggiatore), Bernard Derriman (regista) e Nora Smith (Sceneggiatrice).

Le domande e le risposte

Quali sono state le sfide più grosse nell’adattare lo show per il grande schermo?

Nora: Volevamo rendere i nostri fan felici, ma anche quelli che non erano nostri fan e che non conoscevano Bob’s Burger dovevano rimanere soddisfatti. Abbiamo provato a non riempirlo di riferimenti, di rimandi, doveva rimanere fresco. Secondo me ci siamo riusciti.

Lo script del film risale al 2018, nell’era pre-Covid. É cambiato, negli anni?

Loren: Abbiamo lavorato a questo film fino all’ultimo istante disponibile. Abbiamo usato tutto il tempo a nostra disposizione. Quindi sì, è cambiato molto, anche a livello di immagini, suoni, dialoghi, battute.

Da doppiatori, quanto improvvisate?

Eugene: Registriamo seguendo il copione, ma a volte quando siamo insieme ci diciamo “hey, proviamo questa cosa?” e giochiamo insieme sulle battute. Durante la pandemia ovviamente non abbiamo potuto, registriamo insieme ma a distanza.

Kristen: Data la pandemia, probabilmente avremmo bisogno di ripassare le nostre lezioni di improvvisazione.

Perché il musical? Inoltre, i fan hanno notato un deciso miglioramento nelle immagini e nell’animazione, come è stato implementato?

Loren: Sapevamo dal primo istante che ci sarebbe piaciuto fare qualcosa con la musica e con i numeri di danza. Volevamo usare la musica per renderlo il più spettacolare possibile. Per le coreografie, Nora si registrava mentre ballava e Bernard poi riportava le coreografie nei disegni, su carta, in maniera meravigliosa. Tutti i balli che vedete arrivano da Nora e Bernard. Per quanto riguarda il resto: sarebbe davvero impossibile mettere la stessa cura dell’immagine, dei disegni, dell’animazione in ogni singolo episodio. Ne facciamo 22 l’anno! Non abbiamo tempo! Abbiamo messo tutte le cose che abbiamo sempre voluto vedere nello show nel film.

Ci sono easter egg nello show che sono stati poi trasportati nel film?

Bernard: Quando abbiamo deciso che nel film ci sarebbe stato un buco nell’asfalto abbiamo iniziato a inserire una crepa sempre più grande nello show, proprio nello stesso punto. É stato divertente, siamo contenti che i fan lo abbiano notato.

In che rapporto sono il film e lo show?

Loren: Questo show è particolare perché non c’è esattamente continuità. É la storia di una famiglia che in qualche modo attraversa sempre lo stesso ciclo di eventi, ma qualcosa cambia durante il viaggio. Abbiamo un accordo con i nostri fan: finché le storie crescono e i personaggi crescono, non ci serve continuità. Non hai bisogno dello show per capire il film, il film in un certo senso può essere anche considerato un prequel.

Eugene: Il film è un bellissimo biglietto di invito per conoscere e capire lo show.

- Pubblicità -
Siciliana a Milano. Classe 1994. Formazione umanistica e una grande fascinazione per moda, cultura pop e costume. Il mio film preferito è Matrix. Grande fan di tutto ciò che è contemporaneo.