Come finisce The Boys 3? l’ennesima consacrazione per una serie perfetta…o quasi

The Boys Gen V notizie serie tv 16 luglio
Foto concessa da ufficio stampa Amazon
- Pubblicità -

The Boys 3 su Prime Video è terminata venerdì 8 luglio, tra morti, addii e…Trump

Come è finita la terza stagione di The Boys? Bene, magnificamente bene come ci ha sempre abituato la serie tv di Prime Video e come già i primi 6 episodi ci avevano mostrato. The Boys è un dissacrante racconto del mondo dei supereroi ma soprattutto della realtà politica americana (e non solo) di oggi. Il finale di stagione ne è la perfetta rappresentazione.

Prima di addentrarci nei meandri degli eventuali spoiler dell’ultimo episodio (quindi se non l’avete visto fermatevi), ricordiamo che la serie tv sviluppata sulla base dei fumetti da Erick Kripke, è già stata rinnovata per una quarta stagione. Nell’attesa dei nuovi episodi ci si può consolare o rivedendo la serie, oppure con qualche titolo simile ma che non raggiunge sicuramente le vette della produzione Amazon.

Come finisce The Boys 3?

Togliamoci subito il dente e andiamo di Spoiler. Come finisce The Boys 3? Homelander – Patriota è sempre più spietato ma dimostra anche di avere un lato protettivo verso il figlio Ryan che nella scena finale mostrerà un ghigno preoccupante, la deriva verso l’abisso è iniziata.

Patriota si confronta con Black Noir che confessa di aver sempre saputo che Soldatino – Soldier Boy è suo padre, ma di volerlo uccidere perchè è “Cattivo”. Ma la rivelazione scuote Patriota che uccide Black Noir. Subito dopo attacca The Deep, A-Train e Ashley e spinge The Deep a uccidere il candidato alla vicepresidenza. In questo modo nel finale scopriamo che Victoria Neuman viene scelta come sostituta, così da avere un’infiltrata dentro la Casa Bianca.

Nel frattempo Butcher e Soldatino viaggiano verso la torre della Vought per fermare Homelander, mentre Hughie viene messo Ko da Butcher per proteggerlo. Ashley, in assenza di Patriota, vuole trasferire Maeve per evitare che venga scoperta mentre montano le proteste dopo le parole di Starlight. Maeve si libera e si allea a Butcher. Durante la lotta finale, mentre Soldatino sta per far esplodere tutto il palazzo, Maeve lo porta fuori. Passa la notizia che Maeve è morta, in realtà si salva ma prova a ricominciare con la fidanzata lontana dai riflettori. Intanto Soldier Boy viene preso in custodia e messo nuovamente nello stato dormiente.

La situazione degenera quando Patriota – Homelander presenta il figlio Ryan alla sua folla di sostenitori e fa esplodere la testa a un contestatore mentre la folla continua a incitarlo. Kripke ha spiegato come sia un riferimento diretto alle parole di Trump che avrebbe potuto sparare a una persona in strada senza perdere nemmeno un voto.

Perchè è la serie di cui abbiamo bisogno

Mentre tutto il mondo è ipnotizzato dalle fantasie infantili di Stranger Things che a colpi di strategie commerciali conquistano tutti, The Boys è la serie che dovremmo tutti vedere. Certo ci sono degli evidenti limiti di età considerando che la violenza e la provocazione in The Boys è esplicita e non edulcorata. Ma non è follia provocatoria fine a se stessa, quanto un’analisi dei tempi in cui viviamo, in cui i media possono cambiare l’opinione delle persone distorcendo le parole.

Soprattutto rappresentano quel mondo diviso in fazioni ideologizzate, prive di ogni sostrato culturale, ma sorrette solo dall’esigenza di avere un nemico. La difesa di un’identità che non esiste messa a rischio dalle idee liberali e accoglienti. Una dinamica che sta spaccando gli USA e che contagia un mondo sempre più preda di fantasmi. Quali eroi ci potranno salvare? Secondo The Boys nessuno, dobbiamo essere noi gli eroi del nostro quotidiano.

In questa terza stagione The Boys ha avuto la forza di non mollare mai un attimo la presa sullo spettatore, evitando il ricorso a futili provocazioni. Anche la mossa dell’Herogasm, una scena tanto attesa dai fan, di cui tanto si è parlato (perfetta mossa commerciale e comunicativa, perchè tutti alla fine ne hanno bisogno) si è rivelata perfettamente integrata nel racconto. Se vogliamo andare in cerca di difetti, il consiglio che ci sentiamo di dare in vista della quarta stagione è di evitare la frammentazione in varie storylines dei protagonisti e cercare di tenere il tutto il più compatto possibile. E in una quarta stagione si può fare.

- Pubblicità -
PANORAMICA RECENSIONE
Riccardo Cristilli
8
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it
come-finisce-the-boys-3-recensione-finale-di-stagioneCome finisce The Boys 3, la recensione del finale di stagione di una serie tv da non perdere e che tutti dovremmo vedere