Friends domina su HBO Max ma a sorpresa al secondo posto c’è Love life

Friends maratona

Friends al primo posto su HBO Max inseguito da Love Life e The Big Bang Theory

Friends al primo posto dei titoli più popolari su HBO Max. Come sempre avari di dati e numeri reali, le piattaforme di streaming giocano in tutto il mondo con la comunicazione per narrare uno scenario di successo e provare a descriverlo agli investitori e ai futuri clienti che devono sentire addosso la pressione sociale di esser parte di qualcosa di popolare.

Lanciata lo scorso maggio la piattaforma di streaming del gruppo WarnerMedia che riunisce il meglio di HBO, di TNT, di DC, di Warner Bros tra film e serie tv, al costo di 15 dollari al mese (per non svalutare l’abbonamento pregiato di HBO che ha lo stesso valore), avrebbe circa 4,1 milioni di abbonati secondo quanto rivelato dai vertici di AT&T, compresi anche un milione di clienti della compagnia telefonica AT&T. A questi, nel complicato sistema tv/streaming americano vanno aggiunti i 10 milioni che hanno HBO attraverso AT&T.

Insomma tutto sommato definisco questo avvio durante la pandemia un successo vedendo realizzabile l’obiettivo di 50 milioni di abbonati entro il 2025. L’espansione estera per il momento non è prevista e WarnerMedia ha rinnovato i vari accordi internazionali sia con le divisioni HBO (in Spagna e Nord Europa) che con Sky, anche perchè riprendersi tutti i vari diritti per costruire una library corposa rischia di essere molto costoso. Basti considerare che per avere Friends e Bin Bang Theory ha pagato un miliardo.

Senza rivelare numeri Friends sarebbe il programma più visto della nuova piattaforma, anche considerando i tanti episodi disponibili, con The Big Bang Theory al terzo posto. Titoli che servono a mantenere gli abbonati ma che non portano nuovo pubblico attirato piuttosto dai film in esclusiva e dalle produzioni originali.

Come Love Life l’antologia dramedy prodotta da Lionsgate che sarebbe proprio dietro Friends. La serie con Anna Kendrick ha pochi episodi, solo 10, ma ha catturato l’attenzione del pubblico con un racconto dell’amore moderno e delicato.

Altre produzioni originali presenti al debutto sono state Doom Patrol 2, i cartoni dei Looney Tunes, Search Party e Close Enough. Ma è la libreria di titoli “vecchi” da Friends a Harry Potter (che però scade ad agosto) a trattenere lo spettatore. Secondo i dati forniti da HBO Max la piattaforma ha un tempo di permanenza superiore del 70% rispetto a HBO Now che è il corrispettivo del nostro Now Tv per capirci, la versione solo streaming di HBO che ha quindi una platea di titoli inferiori. Inoltre il pubblico sarebbe più giovane con il 23% tra i 18 e i 24 anni.

Chissà se anche loro stanno recuperando Friends e aspettano con ansia la reunion-show che dovrebbe finalmente essere girata a metà agosto, Coronavirus permettendo.