Home TV 25 Aprile: la programmazione Rai dedicata alla Liberazione

25 Aprile: la programmazione Rai dedicata alla Liberazione

- Pubblicita -

75° Anniversario della Giornata della Liberazione, la programmazione Rai dedicata all’evento.

Sabato 25 aprile, in occasione del 74° Anniversario della Giornata della Liberazione, il palinsesto Rai sarà ricco di programmi e approfondimenti dedicati proprio all’evento chiave della nostra storia. Vediamo quindi la programmazione prevista, e cosa guardare in questa giornata di festa:

Rai 1, programmazione Giornata della Liberazione

Si parte alle 8:20 del 25 aprile con una rubrica “Dialogo” del TG1 a cura di Piero Damosso e con il commento di Enzo Fortunato. Si racconteranno storie, testimonianze, e ci saranno anche interviste di uomini e donne che hanno partecipato alla Resistenza.

Anche ItaliaSi parlerà di Liberazione nella puntata in onda sabato 25 aprile alle 16:40 su Rai1. Con testimonianze e filmati divertenti dalle dirette social dei personaggi più amati.

Rai 2

Su Rai 2 ci sarà una puntata speciale di Petrolo-Antivirus, dedicata al 25 aprile, in onda alle 21:20 circa (qui i dettagli).

Rai 3

Quale significato ha il 25 aprile per chi è nato dopo il 2000 e sta studiando la Resistenza a scuola, in videoconferenza con gli insegnanti? Cosa significa la Festa della Liberazione per i ragazzi italiani privati della libertà dal coronavirus, che non possono visitare i loro nonni per paura del contagio?

- Pubblicita -

Prova a rispondere lo Speciale del Tg3 in onda sabato 25 aprile a partire dalle 15:00. In diretta i flash mob organizzati in tutta Italia, come quello che prevede di cantare Bella Ciao dai balconi. Ci saranno poi studenti da diverse città a confronto con Paolo Mieli, giornalista e storico, e Antonio Scurati, docente alla Iulm e autore di “M”. Alessandra Carli ci accompagnerà nelle commemorazioni in tempi di distanziamento sociale. Racconterà storie di ex partigiani.

“La Grande Storia”

Alle 18:05 andrà in onda la storia della banda partigiana “Italia Libera”, composta da un gruppo di uomini e donne che dal nulla riuscì a costruire un esercito. Se ne occuperà “La Grande Storia”. Venti mesi di guerra partigiana: dai momenti cupi e tragici dell’8 settembre e dell’occupazione tedesca, ai giorni della Liberazione. Un viaggio sui luoghi della Resistenza, nelle valli e nelle montagne del Cuneese, attraverso il racconto che ne fecero alcuni dei protagonisti: Nuto Revelli, Dante Livio Bianco, Duccio Galimberti, Giorgio Agosti. Attraverso le immagini dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza e delle Teche RAI rivivremo quei giorni difficili, scanditi dalla campagna d’Italia e dall’avanzata delle forze Alleate in un Paese devastato dalla guerra.

Alle 20:30 appuntamento con “Aspettando Le Parole” con Gramellini (qui i dettagli)

Rai 5

Nel 75° anniversario della Liberazione, Rai Cultura celebra la ricorrenza con il film “La strada più lunga”, girato nel 1965 da Nelo Risi, in onda sabato 25 aprile alle 16.45 su Rai5. Un originale televisivo prodotto dalla Rai, parte di un ciclo di sceneggiati trasmessi dalla Tv italiana in occasione del ventennale della Resistenza. Michele è convintamente fascista, ma dopo l’8 settembre 1943 rifiuta di riparare a Salò e di combattere per i nazisti. Si unisce invece ai partigiani del cuneese e lotta al loro fianco. Tratto dal racconto “Il voltagabbana” di Davide Lajolo.

Rai Cultura celebra la ricorrenza con il teatro civile di Ascanio Celestini, proponendo “Radio clandestina”, in onda sabato 25 aprile alle 21:15 su Rai5. Considerato come una delle opere più intense dell’autore, lo spettacolo ricostruisce i giorni che precedono e seguono, a Roma, l’eccidio nazista delle Fosse Ardeatine.  Ascanio Celestini dà voce a un flusso di ricostruzioni di quella strage che costò la vita a 335 civili innocenti.

Rai Gulp, la Liberazione raccontata dai ragazzi

- Pubblicita -

Anche Rai Gulp celebra il 75° anniversario della Liberazione, con una puntata speciale di #Explorers in onda sabato 25 aprile, alle 14.10. Un appuntamento fatto da ragazzi, che nonostante la quarantena, dalle loro case dialogheranno, si interrogheranno, canteranno, sul significato della Festa.

Tra i ragazzi che si collegheranno da tutta Italia ci sono tre Alfieri della Repubblica, premiati per i loro meriti civili dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il primo è Tommy Miglietta di Lizzanello (Lecce). Insieme a lui, saranno inoltre presenti gli Alfieri del 2017 Margherita Borsoi (Treviso) e Francesco Barberini (Acquapendente – Viterbo).
Ci saranno anche: Lorenzo Locati (Milano), la famiglia Mirabella (Pavia), Giuseppe  Bertolotti (Catanzaro), i Filling the Music, Fabiana e Michela Gatto (Verona), Elena Mora  (Parma), Matteo Borsoi (Treviso), Sofia Piccirillo (Napoli), Katia Veneruso (Caserta); Alpha Kids (Fiumicino), Black Out  (Ragusa), Morgan Icardi (Torino), Mob Crew Dance (Napoli); Edo e Giulietta Dedola (Lugano), Mirko e Valerio Lucia (Porto Empedocle) e Silvia Mungello (Como), Sofia Del Baldo (Pesaro), Aurora e Giada Anfuso (Catania). A festeggiare con i ragazzi questa importante ricorrenza ci sarà anche il rapper Rocco Hunt con la sua “Libertà”.

Rai Storia, programmazione Giornata della Liberazione

Dallo sbarco Alleato in Sicilia nel luglio del 1943 alla liberazione dal nazifascismo e alla riconquista della libertà. È il grande racconto di Carlo Lucarelli proposto senza interruzioni sabato 25 aprile dalle 8.30 alle 20.30 su Rai Storia.

Una lunga liberazione, dunque, che vede intrecciarsi le campagne militari degli Alleati con la Resistenza dei diversi gruppi partigiani: venti mesi in cui l’Italia ha vissuto la “guerra in casa”, l’occupazione tedesca con la violenza del suo apparato repressivo e lo scontro feroce tra partigiani e nazifascisti. Carlo Lucarelli ripercorre questa “risalita” dal sud al nord con i suoi racconti: storie di uomini e di donne, di episodi poco noti o del tutto sconosciuti, che restituiscono il senso di un periodo di straordinaria e terribile intensità. Nel corso della giornata, alcuni interventi dello storico Giovanni De Luna, focalizzeranno i punti nodali di questi due anni di storia italiana, contestualizzando storicamente i filmati proposti.

Alle 20:30 appuntamento con “Passato e Presente” che ricorderà le scrittrici della resistenza, un gruppo di donne colte che dal ’43 al ’45 hanno incitato alla lotta attraverso la stampa e le radio clandestine.

Alle 21:10 poi andrà in onda “I Sette fratelli Cervi” il film di Gianni Puccini con Gian Maria Volonté, Riccardo Cucciolla, Carla Gravina, Serge Reggiani, Lisa Gastoni, Don Backy, Renzo Montagnani. Il film racconta la vera storia dei sette fratelli Cervi, contadini della provincia di Reggio Emilia, antifascisti e partigiani, catturati e giustiziati dai tedeschi alla fine del dicembre 1943.

 

- Pubblicita -
Redazione
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Chi Siamo" sopra nel menù, o in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Si parla di serie tv, arriva ogni sabato, ed è gratis!