Home CINEMA GLAAD Media Awards 2020: Pose, Booksmart e Schitt's Creek vincono ai premi...

GLAAD Media Awards 2020: Pose, Booksmart e Schitt’s Creek vincono ai premi LGBTQ

- Pubblicita -

Pose e Schitt’s Creek vincono ai GLAAD Media Awards 2020

Premiazione virtuale per i GLAAD Media Awards una nuova norma per le premiazioni visto che come anticipato anche gli Emmy si svolgeranno così (leggi qui). L’edizione numero 31 dei premi che onorano quei film, quelle serie tv, quelle personalità che meglio hanno rappresentato le problematiche e il mondo LGBTQ si è svolta ieri in modo virtuale e sarà poi in tv su Logo (negli USA) il 3 agosto.

Fortune Feimster e Gina Yashere hanno condotto la serata che ha visto anche l’esibizione di Ben Platt e Shea Diamond ma soprattutto le vittorie di Schitt’s Creek come miglior commedia, Pose come miglior drama e Booksmart come miglior film. Di seguito tutti i premiati

GLAAD Media Awards 2020 i vincitori

  • Miglior Film (rilascio ampio): Booksmart
  • Miglior Film (uscita limitata): Rafiki
  • Miglior serie drama: Pose – FX
  • Miglior serie comedy: Schitt’s Creek – Pop
  • Miglior episodio di una serie senza un personaggio LGBTQ regular: Two Doors Down Dolly Parton’s Heartstrings (Netflix)
  • Miglior Film Tv: Transparent: Musicale Finale – Amazon
  • Miglior Miniserie: Tales of the City – Netflix
  • Miglior documentario: State of Pride – YouTube
  • Miglior programma per bambini e famiglie: pareggio tra The Bravest Knight di Hulu e High School Musical: The Musical: The Seires di Disney+
  • Miglior Reality: Are You The One? – MV
  • Miglior artista musicale: Lil Nas X, 7
  • Miglior fumetto: Star Wars: Doctor Aphra, by Simon Spurrier, Emilio Laiso, Andrea Broccardo, Wilton Santos, Caspar Wijngaard, Marc Deering, Don Ho, Walden Wong, Chris Bolson, Scott Hanna, Elsa Charretier, Rachelle Rosenberg, Chris O’Halloran, Stephane Paitreau, Lee Loughridge, Edgar Delgado, Jim Campbell, Joe Caramagna (Marvel Comics)
  • Miglior Videogame: The Outer Worlds
  • Miglior produzione di Broadwat: The Inheritance di Matthew Lopez

Di seguito tutti i premiati via deadline

Outstanding Variety or Talk Show Episode
“Jonathan Van Ness: Honey, She’s An Onion With All Sorts of Layers” The Late Show with Stephen Colbert (CBS)

- Pubblicita -

Outstanding TV Journalism – Newsmagazine
“Am I Next? Trans and Targeted” Nightline (ABC)

Outstanding TV Journalism Segment
“One-on-One with Mayor Pete Buttigieg” The Rachel Maddow Show (MSNBC)

- Pubblicita -

Outstanding Newspaper Article
“Military Reports No Discharges Under Trans Ban — But Advocates Have Doubts” by Chris Johnson (Washington Blade)

Outstanding Magazine Article
“The Trans Obituaries Project” by Raquel Willis (OUT)

Outstanding Magazine Overall Coverage
Advocate

Outstanding Digital Journalism Article
“Trump Administration to LGBT Couples: Your ‘Out of Wedlock’ Kids Aren’t Citizens” by Scott Bixby (TheDailyBeast.com)

Outstanding Digital Journalism – Video or Multimedia
“Stonewall 50: The Revolution” produced by Sekiya Dorsett, Brooke Sopelsa, Elizabeth Kuhr, Shahrzad Elghanayan, Wesley Oliver, Tim Fitzsimons, Victor Limjoco (NBC OUT and Nightly Films)

Outstanding Blog
My Fabulous Disease

Special Recognition
Special (Netflix)

Special Recognition
Karen Ocamb, former news editor, Los Angeles Blade

Special Recognition
Mark Segal, founder and publisher, Philadelphia Gay News

Outstanding Spanish-Language Scripted Television Series
El Corazón Nunca Se Equivoca (Univision)

Outstanding Spanish-Language TV Journalism – Newsmagazine [TIE]
“Después de Stonewall” (CNN en Español) and “Orgullo” Despierta América (Univision)

Outstanding Spanish-Language TV Interview
“Cómo y Cuándo Salir del Clóset” Un Nuevo Día (Telemundo)

Outstanding Spanish-Language TV Journalism Segment
“Amor Sin Condición” Noticiero Univision 33 (Univision)

Outstanding Spanish-Language Digital Journalism Article
“Soy Gay y Estoy Orgulloso de Poder Decirlo: Jorge Luis Martínez, patinador mexicano” por Mario Villagrán (GQ Mexico)

Outstanding Spanish-Language Digital Journalism – Video or Multimedia
“América a Fondo: Brigitte Baptiste, el Rostro de la (bio) Diversidad” por David Casasús (EFE)

- Pubblicita -
Riccardo Cristilli
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Si parla di serie tv, arriva ogni sabato, ed è gratis!