Gli anni più belli la trama del film stasera sabato 28 maggio su Rai Movie

gli anni più belli
- Pubblicità -

Gli anni più belli la trama del film di Gabriele Muccino su Rai Movie sabato 28 maggio 2022

Sabato 28 maggio 2022 su Rai Movie andrà in onda il film Gli anni più belli diretto da Gabriele Muccino (autore nel frattempo anche della serie tv A casa tutti bene su Sky), uno degli ultimi film a uscire in sala prima del lockdown del 2020, riuscendo a incassare 5,6 milioni.

Il film si è fatto notare anche per un cast all star: Kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti, Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria i protagonisti. Prodotto da Lotus Production con Rai Cinema, in associazione con 3 Marys Entertainment S.r.l., il film è scritto da Gabriele Muccino e Paolo Costella e le musiche originali sono di Nicola Piovani.

Gli anni più belli la trama

La trama de Gli anni più belli il film stasera su Rai Movie ci porta nel passato a partire dagli anni ’80 per raccontarci 40 anni d’Italia, 40 anni di amicizie, amori di un gruppo di persone. Il film racconta nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi, dall’adolescenza all’età adulta la vita di 4 amici. Le loro speranze, le loro delusioni, i loro successi e fallimenti sono l’intreccio di una grande storia di amicizia e amore attraverso cui si raccontano anche l’Italia e gli italiani. 

Dove lo trovo in streaming

Se non sei arrivato in tempo davanti alla tv, se vuoi vederlo in modalità alternativa alla tv, il film è in diretta streaming alle 21:15 nella pagina dedicata alle dirette del sito RaiPlay e già disponibile on demand. Inoltre è a noleggio e/o acquisto su Prime Video Store, Rakuten Tv, Chili, Apple Tv, Google Play/You Tube e Infinity+.

Il trailer

Il cast

  • Pierfrancesco Favino: Giulio Ristuccia
  • Micaela Ramazzotti: Gemma
  • Kim Rossi Stuart: Paolo Incoronato
  • Claudio Santamaria: Riccardo Morozzi
  • Emma Marrone: Anna
  • Jacopo Maria Bicocchi: Fabio
  • Nicoletta Romanoff: Margherita Angelucci
  • Francesco Acquaroli: Sergio Angelucci
  • Francesco Centorame: Giulio Ristuccia adolescente
  • Andrea Pittorino: Paolo Incoronato adolescente
  • Matteo De Buono: Riccardo Morozzi adolescente
  • Alma Noce: Gemma adolescente
  • Fabrizio Nardi: padre di Giulio
  • Mariano Rigillo: avvocato
  • Paola Sotgiu: madre di Paolo
  • Elisa Visari: Sveva Ristuccia
  • Federica Flavoni: Luisa, madre di Riccardo
  • Antonella Valitutti: Luciana, madre di Anna
  • Matteo Zanotti: Arturo Morozzi

Le parole del regista

”Gli anni più belli” racconta quarant’anni di vita di quattro adolescenti che diventano uomini. Racconta le loro speranze, le loro delusioni, i loro successi e i loro fallimenti specchio dell’Italia e anche degli italiani dagli anni ’80 ad oggi. Il film è un grande affresco che racconta chi siamo, da dove veniamo e anche dove andranno e chi saranno i nostri figli. È il grande cerchio della vita che si ripete con le stesse dinamiche nonostante sullo sfondo scorrano anni ed epoche differenti. 

Giulio, Paolo, Riccardo e Gemma sono nati alla fine degli anni ’60, sotto l’ombra delle grandi ideologie che hanno accompagnato la crescita e i mutamenti del Paese dalla ricostruzione del dopoguerra al tempo delle rivoluzioni studentesche del ’68; la loro è una generazione percepita come nata troppo tardi, troppo tardi per cambiare il mondo, cresciuta col complesso di non essere abbastanza reattiva, abbastanza colta, abbastanza rivoluzionaria.

Una generazione che si è arresa sentendosi inferiore ai fratelli maggiori e ai suoi padri. È stata una generazione sostanzialmente passiva e transitoria. Le relazioni umane però non hanno tempo e all’interno della cornice della grande Storia, la “piccola storia” dei protagonisti narra di una grande amicizia, di un grande amore e di tutte le sue declinazioni: il tradimento, la delusione, la corruzione dei sogni, lo smarrimento delle certezze dell’adolescenza e della realizzazione di ciò che siamo realmente stati, una volta entrati nell’età più adulta.
Gabriele Muccino

- Pubblicità -
Siamo la redazione di dituttounpop... Lo sappiamo, sembra un'entità indefinita, una cosa brutta, ma tranquilli è sempre un umano a scrivere questi articoli... o meglio più di uno di solito. Per questo usiamo questo account. Per sapere chi siamo c'è la pagina "Redazione" in fondo... facile vero? Ci trovate anche sui social. Ciao.