Grande Fratello Vip 7, ieri la proverbiale “pezza” al caso Bellavia con punizioni ed espulsioni a uso social

Quando la tv che finge di raccontare la verità, sfiora la vita vera il disastro è dietro l’angolo. Il Grande Fratello Vip 7 a poche settimane dal suo inizio, ha mostrato tutti i limiti del format reality con i Vip. Rinchiusi in una casa sotto l’occhio attento delle telecamere e dei social che rilanciano tutti i loro video, i vip (o presunti tale) hanno dimostrato di essere decisamente persone poco importanti. La deflagrazione del caso Marco Bellavia uscito dalla casa per problemi personali, probabilmente di natura depressiva, ha mostrato il lato più arido dell’essere umano.

L’assenza di solidarietà da parte dei suoi compagni di avventura è emersa davanti a un caffè, in quelle chiacchiere da bar, da casa, quasi senza filtro, che non ti puoi permettere con le telecamere accese H24. Sono emerse le caratteristiche più spietate dell’essere umano, di quelli che piangono solidarietà sui social mentre scalciano l’ultimo che si avvicina a chiedere un aiuto. Alfonso Signorini nella puntata di ieri lunedì 3 ottobre 2022 ha cercato di tenere in piedi la baracca prima ancora che tutto crollasse definitivamente.

Con dignità ha ammesso le colpe sue e della produzione che hanno sottovalutato il problema prima dell’ingresso di Bellavia al Grande Fratello (che è evidente non sarebbe dovuto entrare come prima istanza). Al tempo stesso ci ha messo la proverbiale “pezza”, punendo Ginevra Lamborghini espulsa senza appello per aver detto che Bellavia si meritava di esser bullizzato. Ginevra è diventata così il simbolo di tutti i comportamenti sbagliati, le frasi eccessive dette dai concorrenti.

Lamborghini è stata punita per il termine bullizzato. Avesse detto altro con lo stesso tono sarebbe sempre dentro. E qui entra in gioco quel perbenismo da social, dell’apparenza che domina la tv e la scena pubblica attuale. In molti meritavano l’espulsione ma a esser punita è la parola simbolica.

Giovanni Ciacci cacciato dal popolo

Non potendo cacciarli quasi tutti o più della metà per non stravolgere le dinamiche del gioco (ma quanto sarebbe stato più dignitoso) il Grande Fratello ha lanciato un televoto flash nel corso della puntata tra Gegia, Patrizia Rossetti, Giovanni Ciacci ed Elenoire Ferruzzi. Tutti e 4 colpevoli di aver detto parole e frasi sbagliate contro Bellavia. Ciacci per esempio dopo l’uscita di Marco si è espresso con un elegantissimo “un Marco ce lo siamo levati dai cog*ioni“.

Proprio quel Giovanni Ciacci che pochi giorni prima nella precedente diretta aveva spiegato tutta la sua situazione di sieropositivo, dello stigma subito. Sostanzialmente oltre se stesso gli altri non esistono. E Giovanni Ciacci è stato cacciato dal pubblico con solo il 3% che ha votato per tenerlo in casa. In un televoto in cui Patrizia Rossetti ha avuto l’80% e quindi Gegia ed Elelnoire si sono salvate per pochissimo.

Grande Fratello Vip 7 e la lezione che possiamo trarre

Quanto successo al Grande Fratello Vip 7 ha mostrato come quando la realtà non è filtrata emerge il lato peggiore dell’umanità. Quando i Vip non hanno un filtro social(e) che dica loro come replicare a una certa situazione, qual è la reazione che il “popolo” vuole rispetto a una determinata situazione, fanno figure pessime. Fossero stati fuori dalla casa molti dei concorrenti avrebbero espresso solidarietà social a Marco e condannato gli altri inquilini del Grande Fratello. Hanno avuto la sfortuna di star dentro. Se volete rivedere tutta la puntata o anche solo alcune sue parti trovate tutto su Mediaset Infinity.

Riccardo Cristilli
Riccardo Cristilli
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a [email protected] o [email protected]