Recensione La Brea, risucchiati (di nuovo) nella voragine di un mystery drama

La Brea foto di scena
Crediti Photo by: Sarah Enticknap/NBC, via Mediaset
- Pubblicità -

La Brea su Italia 1, trama, cast e commento della nuova serie tv

La Brea avventura, mistero e sentimento nella notte di Italia 1. Da oggi mercoledì 8 giugno in seconda serata (dopo mezzanotte) debutta una delle poche sorprese della scorsa stagione della tv generalista americana. La trama di La Brea lascia subito a bocca aperta: nel cuore di Los Angeles si apre una voragine trascinando tutto quello che incontra. Compresi Eve e suo figlio Josh che si ritrovano insieme a un gruppo di sconosciuti in una terra incontaminata….nel 10 mila a.C.

Mentre interviene la sicurezza Nazionale per proteggere e analizzare l’area, Gavin, ex marito di Eve ed ex militare, congedato a seguito di uno strano incidente, insieme alla figlia Izzie, proveranno a salvare Eve e Josh. Ma pian piano Gavin inizierà a capire che le sue visioni sembrano condurlo direttamente nella voragine. Come è collegato all’evento? e come riusciranno a salvare i dispersi?

La Brea La Recensione, siamo pronti per un altro mistero?

La Brea è una serie tv che rientra nel filone dei mystery drama da tv generalista americana che dopo Lost hanno faticato a conquistare il pubblico. Sono stati talmente tanti i casi di serie cancellate dopo una sola stagione, da The Event a Flash Forward, senza dare una vera conclusione al racconto, che gli spettatori hanno iniziato a ignorare il genere per paura di trovarsi davanti all’ennesima delusione. Recente il caso di Manifest, sempre trasmesso da NBC, cancellato dopo 3 stagioni ma fortunatamente salvato da Netflix che darà una stagione conclusiva da 20 episodi.

Da questo punto di vista la situazione di La Brea è più semplice, visto che è tutto “fatto in casa” Universal e non deve interagire, come Manifest, con un produttore esterno come Warner Bros. Ma vale la pena imbarcarsi in un nuovo mistero? La risposta è si, perchè David Appelbaum sembra avere le idee chiare e l’appoggio di Universal/NBC che sta investendo nella serie che viene interamente girata in Australia, senza obbligare gli autori a creare stagioni troppo lunghe. Dopo la prima da 10 episodi, la seconda (si è già stata rinnovata) ne avrà 14: progetti chiari senza la necessità di stiracchiare troppo le storie fino all’ennesimo (inevitabile) cliffangher.

Inoltre Appelbaum e il suo staff è consapevole che sono passati 20 anni da Lost e che non è più il tempo di lasciar fermentare i misteri. Bisogna dare risposte allo spettatore mentre si aggiungono nuovi punti interrogativi. Così mentre la prima stagione va avanti vediamo misteri che un tempo avrebbero occupato un’intera stagione, risolversi nel giro di un paio di episodi e al tempo stesso altri vengono introdotti senza aspettare una nuova stagione. Senza far spoiler i fan di Lost coglieranno rapidamente il riferimento (e in caso scriveteci sui social, via mail per confrontarci sul tema).

L’orario di messa in onda italiano non è proprio l’ideale per una serie tv di questo tipo. Inoltre dopo il primo episodio in cui si gioca molto sul senso di assurdo delle storie che racconta, nei successivi fatica a prendere ritmo. L’impressione è che inizialmente gli autori temessero che gli fosse chiesto di aumentare il numero di episodi e per questo si sono tenuti sul vago nella storia, quasi introducendo nelle situazioni “di puntata”. Verso metà stagione, però, la serie decolla e gli amanti dei misteri riusciranno anche ad andare oltre qualche semplicismo e una recitazione non sempre convincente.

Il trailer originale

Il cast

  • Natalie Zea è Eve harris
  • Eoin Macken è Gavin Harris
  • Jon Seda è Sam Velez
  • Chikè Okonkwo è Ty Coleman
  • Jack Martin è Josh Harris
  • Zyra Gorecki è Izzy Harris
  • Karina logue è Marybeth Hill
  • Veronica St. Clair è Riley Velez
  • Lily Santiago è Veronica Castillo
  • Chloe De Los Santos è Lilly Castillo
  • Nicholas Gonzalez è Levi Delgado
  • Josh McKenzie è Lucas Hayes

É da vedere se…

…se vi piacciono i mystery drama quindi se ogni volta che ne inizia uno siete lì subito pronti a farlo partire, alla ricerca dell’erede di Lost, come fu con Terra Nova, Manifest, Revolution. Per il resto vi consigliamo di scaricare l’app gratuita di TV Tips e di usare la funzione “Match” con la quale potete scoprire la prossima serie da guardare, con consigli legati ai vostri interessi.

- Pubblicità -
PANORAMICA RECENSIONE
Riccardo Cristilli
7
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it
la-brea-la-recensione-della-serie-tv-su-italia-1-la-trama-e-il-castLa Brea la recensione della serie tv su Italia 1 da oggi 8 giugno, vale la pena vedere la serie? La trama, di che parla, il cast, il voto