Lol 2 le pagelle: Guzzanti, Raffaele e Maccio reggono la baracca, il format conferma la sua forza

Lol 2 pagelle
- Pubblicità -

Lol 2 le pagelle del cast della nuova edizione del programma di Prime Video

Lol 2 è arrivato su Prime Video, chi ride è fuori…di casa, soprattutto se inizia a vedere i 2 episodi da 30 minuti finali rilasciati giovedì 3 marzo a tarda ora, perchè il rischio è di svegliare tutto il vicinato con le risate. Le pagelle di Lol 2 si riferiscono a tutte le puntate ed è inutile dire che si tratta di valutazioni personali e soggettive (ma abbiamo evitato di dare voti sotto il 5).

Sarebbe superfluo dire che l’effetto sorpresa è svanito, ormai sappiamo quello che ci aspetta e mai come in questa edizione è il cast a fare la differenza. Infatti Lol 2 è tenuto in piedi da due mostri come Corrado Guzzanti e Virginia Raffaele che regalano momenti indimenticabili, magari poco adatti alla rapidità dei social, alla trasformazione in meme, ma per fortuna non è quello l’obiettivo. Senza voler spoilerare il vincitore (che trovate qui) le ultime due puntate vedono una raffica di eliminazioni fino al testa a testa finale, con anche nuovi interventi di Lillo.

Le pagelle di Lol 2 I migliori

Corrado Guzzanti e Virginia Raffaele, Voto 10: due fuori classe, fuori categoria, una spanna sopra agli altri 8 concorrenti ma anche agli altri 10 dello scorso anno. Maestri della comicità capaci di improvvisare con un’occhiata. Li guardi e ti viene la nostalgia per un programma comico ben scritto, strutturato come il Pippo Kennedy Show, i Mai Dire Gol di un tempo. Manca terribilmente la satira sul presente non limitata alle macchiette. Gestiscono il salotto di Lol come il proprio cortile di casa. Nelle prime 4 puntate tirano fuori il meglio del loro repertorio: Quelo, Vulvia, Tremonti, Ornella Vanoni e una straordinaria Lunetta Savino. Magari non vinceranno ma sono già i vincitori.

Lillo 9.5: è l’arma segreta di Lol 2 e nelle prime 4 puntate si presenta come un Posamen ormai negli Avengers e come il coreografo con passi di danza improbabile. La sua comicità è così naturale che quasi non sembra scritta. Perfezione.

Mago Forest, voto 9: un altro fuoriclasse. Le sue facce per cercare di non ridere sono già pronte per diventare i prossimi meme prendendo il posto di quelle dello scorso anno di Frank o di Elio. La sua capacità di inseguire l’assurdo con normalità non ha uguali. Dalla presa in giro costante a Max Angioni fino alla semplicità di un leggio spostato durante una premiazione. Impossibile non ridere col suo gusto dell’assurdo.

Maccio Capatonda, voto 9: appare un po’ trattenuto, ma è un diesel e col tempo si scalda, la sua comicità surreale forse cozza un po’ con la natura del programma soprattutto perchè la sua carriera è costellata di sketch scritti piuttosto che di improvvisazione, un aspetto che ha riconosciuto in conferenza stampa spiegando come gli sia venuta voglia di fare uno spettacolo dal vivo. Nelle ultime due puntate si esalta e dà il meglio di se con tanto di imperdibili trailer assurdi realizzati live.

Maria Di Biase, voto 7: la majorette/cheerleader entra negli annali; funziona anche senza il sodale Nuzzo. Si integra alla perfezione con il resto del cast di questa stagione costruito sulla ricerca dell’assurdo più che su una comicità fisica. Più defilata nelle ultime puntate.

Fedez, voto 7: è a suo agio nel ruolo. Presentatore – arbitro ideale.

Lol 2 le sorprese

Max Angioni, voto 8, è la sorpresa di Lol 2. Non fa praticamente quasi nulla se non reagire agli sketch degli altri. E’ l’alunno che cerca di conquistare i maestri finendo per essere vessato da Mago Forest. Cerca una sua strada legata a una comicità situazionista, creando scene, situazioni mostrando come la normalità, la quotidianità abbia infiniti spunti per la risata. Dopo Italia’s Got Talent, Le Iene, Lol ci auguriamo davvero che sia la consacrazione per Max Angioni, certo fare il comico in Italia non è facile, speriamo che non si rifugi in film e/o conduzioni.

Alice Maggioni, voto 6.5: sfrutta l’occasione, dimostra impegno, inventiva e la capacità di improvvisare nelle situazioni anche più impossibili senza rifugiarsi troppo nella comfort zone rappresentata dal marito Gianmarco Pozzoli (voto 6) decisamente più in difficoltà e bisognoso di sketch costruiti come quello dell’anguria che funziona (meno quello del tennista).

Le delusioni

Frank Matano, voto 6: fa la spalla di Fedez, ma finisce per vedere lo show come uno spettatore. Sicuri che ci sia bisogno di una spalla di Fedez?

Tess Masazza, voto 5.5: impalpabile, chiamata per far numero, non ha un repertorio, non improvvisa, in alcuni momenti pensi sia uscita e invece poi spunta. Ma ci sta, non puoi sprecare 10 comici forti tutti insieme, ci sono altre edizioni da fare.

Diana Del Bufalo, voto 5: Lol non è il suo posto e si vede, l’aria stralunata che la contraddistingue non serve nell’economia del programma, ci prova, partecipa ma le sue battute suscitano poco più di un sorriso. Cerca di ricreare l’effetto bacchetta fluorescente di Frank Matano riproducendo il suono degli uccelli ma senza lo stesso effetto. Ma ci sta, non puoi sprecare 10 comici forti tutti insieme, ci sono altre edizioni da fare (bis).

- Pubblicità -