We Are Who We Are, la serie di Luca Guadagnino andrà in onda su HBO e Sky

Luca Guadagnino

We Are Who We Are, Luca Guadagnino di Chiamami col tuo Nome, dirigerà e scriverà una serie tv in otto episodi per HBO e Sky. Ecco i dettagli.

Aggiornamento 17 maggio 2019: Luca Guadagnino, presente in questi giorni a Cannes, ha confermato a Variety che la sua serie We Are Who We Are inizierà la produzione “nelle prossime settimane”. I personaggi della serie sono tutti americani e i cast sono stati fatti a Los Angeles, Londra e in Italia.

Guadagnino ha confermato che la serie andrà in onda su HBO e in Italia su Sky. La serie sarà composta da otto episodi e sarà prodotta da Wildside e distribuita da Fremantle.

Articolo precedente del 27 febbraio

Chiamami col tuo Nome è stato un successo, per molti inaspettato, con i quasi 42 milioni di dollari incassati in tutto il mondo (di cui 3.2 milioni di euro in Italia). Il regista del film, Luca Guadagnino, pare sia in trattative con HBO per realizzare una serie tv, che sembra una nuova versione del film stesso, a giudicare dalla trama.

La notizia arriva, sotto forma di indiscrezione, dal sito Observer, secondo il quale il regista, che l’anno scorso ha diretto il remake di Suspiria, è in trattative per una serie drama composta da otto episodi dal titolo We Are Who We Are.

Luca Guadagnino si occuperebbe della regia dei primi due episodi del del finale di stagione, ma anche della sceneggiatura insieme a Paolo Giordano (La Solitudine dei Numeri Primi) e Francesca Manieri (Il Miracolo). Lorenzo Mieli e Riccardo Neri di Wildside saranno produttori esecutivi.

We Are Who We Are dovrebbe entrare in produzione verso la fine di maggio, per finire nel mese di ottobre. La serie sarà ambientata in Italia, in una base militare e racconterà la storia dei quattordicenni Fraser Wilson e Caitlin Harper.

We Are Who We Are, la trama

Fraser è un adolescente distaccato originario di New York. La serie partirà quando lui dovrà accettare la sua nuova vita in una base militare italiana, insieme alla madre, nuovo colonnello della base, e sua moglie. In più il ragazzo dovrà anche risolvere i dubbi sulla sua identità. Una volta in Italia, Fraser conoscerà altri coetanei all’interno della base militare, ma anche degli italiani locali esterni alla base. Il luogo d’incontro è una spiaggia dove i ragazzi si lasciano andare, forse un po’ troppo.

Col passare del tempo Fraiser diventerà molto amico di Caitlin. Insieme intraprenderanno un cammino che auto-scoperta durante l’estate. Gli amici credono che Fraiser e Caitlin stanno insieme, ma lui in realtà sente molto la mancanza del suo amico d’infanzia, Mark, mentre svilupperà dei sentimenti verso un soldato più grande di lui, di nome Jason.

Il personaggio di Caitlin è difficile da descrivere, bella, bastian contraria a volte ma poetica. Vive nella base militare ormai da quattro anni, insieme al padre Richard Harper, e la madre Jenny. Va a caccia, sa usare un fucile semi-automatico, sa aggiustare il motore di un peschereccio. Lei e Fraser passeranno l’estate alla scoperta di se stessi.

HBO non ha ancora commentato l’indiscrezioni. La Lupin Film invece di Riccardo Neri e Francesca Manieri hanno confermato il coinvolgimento di Guadagnino nella serie tv. Visto il team coinvolto, e facile pensare che quando arriverà l’annuncio ufficiale, verrà annunciata anche una partnership con un canale italiano.

Considerando i nomi e il canale americano coinvolto, più il tipo di serie, pensiamo che Sky sia (l’unico?) candidato ideale per We are Who We Are. Se consideriamo l’accordo di co-produzione che è in corso tra le due aziende.