Dituttounpop > Cinema > Sick of Myself in esclusiva su MUBI, la programmazione di gennaio

Sick of Myself in esclusiva su MUBI, la programmazione di gennaio

La programmazione di MUBI di gennaio 2024, i titoli disponibili dal 1° giorno del nuovo anno sulla piattaforma di streaming del cinema di qualità presente anche in Italia e in altri 190 paesi del mondo. Quali sono le novità e le collezioni su MUBI a Gennaio 2024.

Sick of Myself in esclusiva

L’opera seconda del norvegese Kristoffer Borgli è una commedia caustica su un rapporto di coppia tossico, con una fantastica performance da parte della protagonista Kristine Kujath Thorp (NINJABABY). Sick of myself sonda le profondità impietose del narcisismo dei due protagonisti creando una divertentissima e inquietante favola moderna.

La Rassegna Prima i Primi a gennaio su MUBI

Prima i Primi è la rassegna di MUBI di Gennaio che celebra i film d’esordio di alcuni dei registi più amati nel panorama cinematografico contemporaneo. Quest’anno, oltre ai classici (come Fino all’ultimo respiro di Jean-Luc Godard o A Swedish love story di Roy Andersson) vi presentiamo i lavori di alcuni dei cineasti più di successo dell’ultima annata, come Il giardino delle vergini suicide di Sofia Coppola, in uno splendido restauro in 4k, Corpo Celeste di Alice Rohrwacher e i primi lavori di due registi protagonisti dell’ultimo festival di Cannes e della corrente Award Season, Justine Triet e Jonathan Glazer, con Age of Panic e Sexy Beast. In aggiunta: Jessica Hausner, Olivier Assayas, Michel Gondry e Ruben Õstlund.

Le altre novità

Nessuno riesce a cogliere la magia del quotidiano come Éric Rohmer, che per tutta la sua carriera ha studiato ossessivamente il modo in cui le persone parlano, interagiscono e provano sentimenti. Pochi, infatti, sono stati in grado di tradurre le emozioni umane in pellicola con risultati così affascinanti. A gennaio arrivano alcuni dei lavori più popolari della ricca filmografia del regista, che comprende sia serie di film che splendidi lungometraggi a sé stanti, spaziando da vicende drammatiche intrise di filosofia e commedie leggere fino a sorprendenti adattamenti letterari:

  • L’amore il Pomeriggio
  • Il Ginocchio di Claire
  • La carriera di Susanna
  • La mia notte con Maud
  • La fornaia di Monceau

Il cortometraggio di Ruben Ostlund, Autobiographical Scene Number 6882, in tre piani sequenza, segue un uomo di 30 anni mentre festeggia la vigilia di mezza estate con gli amici a Smögen, sulla costa occidentale della Svezia e, da un ponte molto alto, si prepara a saltare nell’acqua sottostante mentre gli amici lo guardano. Un corto che da subito riflette il senso di tensione sociale presente come leitmotiv nei film del regista svedese.

Cos’è MUBI?

MUBI è un servizio di streaming globale, una casa di produzione e di distribuzione di film, che ha la missione di valorizzare il grande cinema. MUBI crea, cura, acquisisce e seleziona film visionari, rendendoli accessibili al pubblico di tutto il mondo. MUBI costa 11.99 € al mese oppure 95.88 € prendendo l’annuale (7.99 € al mese).

MUBI è un luogo dove scoprire film ambiziosi di filmmaker visionari. Da registi iconici ad autori emergenti. Tutti selezionati con cura dai programmatori di MUBI. Con MUBI GO, i membri di alcuni paesi possono ottenere un biglietto gratuito ogni settimana per vedere i migliori film in uscita in sala. E Notebook esplora tutti gli aspetti della cultura cinematografica  — sia su carta che online. MUBI è la più grande comunità di appassionati di cinema, in tutto il mondo. Disponibile in 190 paesi, con oltre 15 milioni di membri in tutto il mondo. Nel gennaio 2022, MUBI ha acquisito le rinomate società di vendita e produzione The Match Factory e Match Factory Productions.