Netflix e la promessa di più trasparenza, ma comunicare solo i dati dei titoli più popolari non basta

uscite Netflix gennaio 2020

Netflix, quasi dieci milioni di abbonati in più nel primo trimestre 2019 e la promessa di essere più trasparenti, ma forse i dati delle serie tv più popolari non bastano.

Ogni tre mesi arriva l’appuntamento fisso con gli investitori in cui Netflix comunica i dati del trimestre appena passato. Nel primo trimestre Netflix ha aggiunto un netto di 9.6 milioni di abbonati paganti, arrivando a 148.9 milioni di abbonati in tutto il mondo.


Di questi quasi dieci milioni di nuovi abbonati, 1.74 milioni vengono dal mercato statunitense, 7.86 milioni invece dal mercato internazionale. Un risultato notevole che però probabilmente è destinato a calare nei prossimi trimestri, soprattutto negli Stati Uniti.

Il servizio streaming infatti prevede per il secondo trimestre una crescita di circa cinque milioni di abbonati. Tra questi: 300 mila arriverano dal mercato statunitense e 4.7 milioni dal mercato internazionale. Una previsione probabilmente legata alla mancanza di titoli forti che possano trainare gli abbonanti per il secondo trimestre.

Sicuramente la situazione si farà più interessante quando sul mercato americano arriveranno i nuovi servizi streaming annunciati di recente, come AppleTV+ previsto in autunno e Disney+ il cui debutto è stato fissato negli USA per il 12 novembre.

Netflix però non sembra temere questo sovraffollamento di servizi streaming. “Non vediamo l’ora di competere. I maggiori beneficiari saranno i creatori di contenuti e i consumatori che distribuiranno la loro fiducia a chi è disposto a creare la migliore esperienza visiva.

Netflix inoltre fa capire che la sua crescita non verrà intaccata dai nuovi player perchè lo spostamento del pubblico dalla tv lineare a quella in streaming è così grosso che riesce a soddisfare tutti i player in gioco. “Pensiamo che continueremo a crescere, investendo sempre di più in nuovi contenuti che miglioreranno il servizio.

La promessa di maggiore trasparenza

Ieri Netflix ha promesso che sarà più trasparente e che col passare dei trimestri rilascerà sempre più dati che riguardano i suoi titoli. Infatti dal secondo trimestre partirà un test nel Regno Unito, dove rilascerà una classifica settimanale delle 10 serie tv più popolari. L’obiettivo è quello di aiutare i suoi abbonati a scegliere cosa guardare.

C’è una frazione dei nostri abbonati a cui piace molto guardare le serie più popolari, per poi poterne parlare con gli altri e capire i vari meme che vengono condivisi [sui social] …” Ha detto Greg Peters, Chief Product Officer. Sarandos dal canto suo ha ribadito la necessità di questi dati per alcuni utenti: “la popolarità è uno dei dati che gli utenti possono usare per scegliere [cosa guardare], non è il dato più importante o l’unico. E noi non vogliamo essere d’intralcio se questo è importante per i nostri utenti.

Insomma si tratta di una promessa un po’ vuota di contenuti, che andrà valutata di volta in volta quando Netflix rilascerà nuove tipologie di dati. Di certo rilasciare una Top 10 degli show popolari non è quello che la stampa e il mercato richiede. Ma è semplicemente uno strumento in più per aiutare quella parte di utenti che vuole essere inclusa nel discorso social quando si parla di una serie. Strumento che si aggiunge ai servizi che già sono disponibili online da tempo per valutare la popolarità di una serie tv. Come: Rotten Tomatoes, IMDb e Metacritic.

Premesso che Netflix non usa pubblicità, quindi non è obbligata a rilasciare i dati delle visualizzazioni dei suoi titoli, ci sentiamo di dire che in vista della promessa e della voglia di essere più trasparenti ci auguriamo che non vengano rilasciati solo i dati delle serie più popolari. Perchè per essere trasparenti, soprattutto se sei tu (Netflix) a rilasciare i dati e non un esterno, servirebbero anche i dati degli show meno popolari, anzi soprattutto quelli. E’ troppo facile sennò.

I dati di Umbrella Academy e gli altri titoli rilasciati da Netflix nel 2019

Netflix ha rilasciato anche qualche dato sulle serie che sono state rilasciate nel primo trimestre. Ricordiamo che questi fati rappresentano il numero di persone che ha visto almeno il 70% di uno degli episodi della serie/film. Ed è il motivo per cui non li commentiamo:

  1. Triple Frontier: 52 milioni di utenti nel primo mese;
  2. Umbrella Academy: 45 milioni di utenti nel primo mese;
  3. The Highwayman: 40 milioni di utenti nel primo mese;
  4. Fyre: la più grande festa mai avvenuta: 20 milioni di utenti nel primo mese;
  5. Our Planet: 25 milioni di utenti nel primo mese (è una previsione).

Netflix ha inoltre comunicato che la terza stagione di The Crown uscirà nella seconda parte del 2019 e The Witcher uscirà nel quarto trimestre 2019.