Netflix rivoluziona tutto, nuovo metodo di valutazione per le serie tv più viste, arriva il conto delle ore

bridgerton
Cr. LIAM DANIEL/NETFLIX © 2020
- Pubblicità -

Netflix cambia la metrica per valutare le sue serie dai 2 minuti alle ore

Svolta in casa Netflix, cambia il metodo di valutazione dei propri prodotti e dal conteggio basato sui due minuti di visualizzazione si passa alle ore. Durante l’analisi dei dati trimestrali in cui si è certificato ulteriormente il successo di Squid Game con 142 milioni di visualizzazioni (qui i dati), Netflix ha svelato che è pronta a cambiare metodo.

La piattaforma di streaming ha deciso di spostarsi sul conto delle ore viste di serie tv e film nei primi 28 giorni piuttosto che sul numero di case o abbonati che hanno scelto di guardarle. “Pensiamo dei dati misurati attraverso le ore di visualizzazione siano un indicatore migliore per il successo di un titolo e per valutare la soddisfazione dei nostri abbonati.” hanno spiegato i dirigenti della piattaforma.

- Pubblicità -

Netflix ha poi anticipato che in futuro oltre ai dati trimestrali saranno rilasciati anche ulteriori numeri in altri periodi così tutti possono “valutare meglio i successi nel mondo dello streaming“. Un modo per accontentare produttori, agenti, artisti che hanno sempre lamentato l’assenza di dati e la difficoltà così di portare avanti le trattative per gli accordi di produzione. Questo naturalmente non significa che si arriverà mai al rilascio di dati quotidiani come gli ascolti tv.

I nuovi dati

Di seguito l’immagine diffusa dai media americani (mentre le classifiche dettagliate le trovate qui)

Netflix

Il cambiamento più significativo dei nuovi dati è la scomparsa di Lupin che passa da essere la second serie più visualizzata per account con 76 milioni (la terza nella classifica aggiornata con Squid Game in testa) a uscire fuori dalla Top Ten. Bridgerton si conferma ai vertici con 625 milioni di ore di visualizzazioni.

La lettera ai soci cita poi un dato Nielsen che stima come Netflix negli USA occupi il 6% del totale del tempo trascorso davanti alla tv, al pari di You Tube e davanti al 3% di Hulu, all’1% di Disney+ e al 9% di altre piattaforme; inoltre durante il down di Facebook il dato è cresciuto al 14%.

- Pubblicità -