Recensione Celebrity Hunted: lo show disponibile dal 13 marzo su Amazon Prime Video

Celebrity Hunted

Recensione Celebrity Hunted, su Amazon Prime Video dal 13 marzo parte l’adventure game con i vip in fuga dai professionisti del settore.

Se ne parla ormai da mesi, da quando alcuni vip hanno iniziato a postare dei messaggi misteriosi in cui dicevano che erano in fuga da qualcuno. Non c’entra la legge o la polizia, ma i vip in questione erano nel cast del nuovo programma di Amazon Prime Video: Celebrity Hunted – Caccia All’Uomo. Lo show sarà disponibile dal 13 marzo su Amazon Prime video con i primi tre episodi, gli altri tre saranno disponibili invece dal 20 marzo.


Lo show unisce otto personaggi famosi italiani tra cui il calciatore Francesco Totti, l’artista Fedez, lo YouTuber Luis Sal, l’attore Claudio Santamaria insieme alla giornalista e scrittrice Francesca Barra, il celebre presentatore Costantino della Gherardesca (Pechino Express), e gli attori Diana Del Bufalo (Che Dio ci aiuti, C’era una volta Studio Uno) e Cristiano Caccamo (Questo è il mio paese, Puoi baciare lo sposo). Ecco un trailer:

Celebrity Hunted – Le nostre prime Impressioni

Sicuramente nella televisione italiana in generale non si è mai visto un programma televisivo con un livello tecnico così elevato. Si tratta di un format internazionale importato, dall’elevatissima qualità tecnica, dalle riprese al montaggio, almeno nel primo episodio che abbiamo visto. Un format internazionale che però non dimentica di ricreare situazioni leggere, a volte anche comiche, che rendono il programma un prodotto locale. Lavoro che viene affidato al cast, e soprattutto a Francesco Totti, almeno in questo primo episodio.

Purtroppo però i pregi finiscono qui. Se la parte della fuga dei protagonisti è fluida e soprattutto è verosimile, la parte della caccia, degli Hunters, semplicemente non lo è. I protagonisti dello show sono “i fuggitivi”, ma in un programma che si basa su una caccia all’uomo, e che per motivi ovvi non può usare strumenti a disposizione delle forze dell’ordine (con tanto di disclaimer iniziale), genera un enorme limite nel format, che lo rende nel complesso, poco verosimile e palesemente finto. La forza dei format on the road, in cui possiamo includere anche Pechino Express o gli altri programmi di sopravvivenza simili che vanno in onda su DMAX, sta proprio nella capacità di far sembrare qualcosa di surreale e impossibile, il più verosimile possibile all’occhio dello spettatore. E Celebrity Hunted, almeno nella parte degli Hunters, fallisce miseramente in questo senso, chiedendo allo spettatore di mettere il cervello in stato di ibernazione per dare un senso a tutto lo show. Soprattutto, vanificando gli sforzi di un buon cast. Voto 5 Davide Allegra 


Amazon fa una scelta “paracula” per la sua prima produzione italiana. Ma lo dico in senso affettuoso e positivo. La piattaforma di streaming decide di non invaderci di prodotti fiction che sanno di già visto o dalle coloriture fintamente innovative, ma di puntare su un ibrido una sorta di mix tra reality e fiction, in cui mettere in piedi una macchina produttivamente impeccabile e conquistare lo spettatore con volti popolari come Fedez e Francesco Totti.

Non a caso Totti e Fedez sono i condottieri della prima puntata. Ciascun concorrente ha le sue peculiarità e il proprio spazio ma è in dubbio che i momenti di naturale teatralità di Totti e gli spezzoni da Instagram Stories di Fedez e Luis Sal sono il motore vincente della prima ora. Un’ora che serve anche a spiegare il meccanismo del gioco, a mostrare i concorrenti ma tutto senza retorica, senza lungaggini con schermate descrittive o presentando i personaggi attraverso gli Hunters, i cacciatori. Indubbiamente si percepisce la componente di finzione, ma era inevitabile. L’ibrido tra realtà e finzione funziona però permettendo ad Amazon di mostrare la propria forza produttiva con immagini mozzafiato di Roma, Napoli e delle montagne dell’Abruzzo e del Molise. Non è la meta o la gara l’importante di Celebrity Hunted quanto il come si arriverà al momento della cattura o della fuga definitiva. Riccardo Cristilli voto 7

Come funziona?

Celebrity Hunted – Caccia all’uomo vedrà le celebrità nel tentativo di mantenere l’anonimato e preservare la loro libertà, per 14 giorni, con limitate risorse economiche (simile a Pechino Express). A dar loro la caccia ci saranno alcuni tra gli analisti e più noti investigatori professionisti, esperti di cyber security, profiler e human tracker provenienti dalle forze dell’ordine e dai servizi segreti militari. I ‘cacciatori’ potranno utilizzare solo mezzi legali per rintracciare le celebrità come ad esempio telecamere di videosorveglianza, sistemi di riconoscimento delle targhe e avranno libertà nella richiesta di informazioni.

Il Cast

  • Francesco Totti;
  • Fedez e Luis Sal;
  • Claudio Santamaria e Francesca Barra;
  • Costantino della Gherardesca;
  • Diana Del Bufalo e Cristiano Caccamo

Cliccando qui trovi i dettagli sugli Hunters e sul loro ruolo.