Recensione Cops 2 la banda di Claudio Bisio torna con un bis che convince e diverte

Cops 2
Foto di Gianni Fiorito
- Pubblicità -

Recensione Cops 2 Una banda di Poliziotti il 6 e 13 dicembre su Sky Cinema e Now in streaming

Debutta oggi lunedì 6 dicembre 2021 la nuova stagione di Cops – Una banda di poliziotti la comedy – poliziesca di Sky prodotta con Banijay Studios Italy in associazione con Memfis Film e con il sostegno di Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission. Claudio Bisio, Pietro Sermonti, Francesco Mandelli, Giulia Bevilacqua tornano a indossare la divisa con la regia di Luca Miniero e la sceneggiatura realizzata con Sandrone Dazieri (qui le interviste con il cast).

Cops 2 Una Banda di Poliziotti è disponibile su Sky On Demand, in streaming su NOW, in onda su Sky Cinema lunedì 6 e lunedì 13 dicembre con due nuovi episodi. La prima stagione è disponibile on demand.

- Pubblicità -

Qualità europea e action comedy americana

Cops è un prodotto obiettivamente bello, soprattutto esteticamente. Di quella bellezza che in un prodotto che strizza l’occhio al seriale si vede solo in produzioni di alto livello. È realizzato in tutto e per tutto come se fosse un film (con una marcata impronta di una produzione europea) ma si sviluppa nelle dinamiche action-demenziali come se fosse una serie tv statunitense, abbracciando un genere molto apprezzato oltreoceano ma altrettanto snobbato nel Belpaese come quello del crime comedy. In questo nuovo ciclo di episodi, la produzione e gli sceneggiatori hanno messo di fatto un boost, portando il tutto a uno step successivo. Ci sarà quindi più azione, divertimento oltre ad elementi sceneggiativi che arricchiscono le varie storyline personali dai personaggi all’interno degli episodi.

La sua pregiata fattura si riscontra nell’accurato lavoro di Luca Miniero e del suo DOP Federico Angelucci, i quali riescono a creare un mix di genere studiando ogni inquadratura e ogni gioco di luce. Nessuna pedina è fuori posto, tutti i componenti del cast e della troupe sono tasselli ben inseriti e oliati in questa sgangherata storia. Ma se il comparto tecnico ha il suo peso, anche quello artistico gioca un ruolo chiave nella riuscita di questo prodotto: un altro merito di Cops è quello di essere riuscito a creare e chiamare a se un ottimo cast affiatato e coeso, che riesce perfettamente a far trasparire questo benessere lavorativo divertendosi e facendo divertire. Voto 8 – Luca Lemma

Cops 2 e un bis che fa bene alla serie

Cops 2 qualità al servizio della comicità. La seconda stagione di Cops 2 sana le falle del primo capitolo e grazie all’arrivo di Sandrone Dazieri, giallista e sceneggiatore di polizieschi, riesce a trovare un equilibrio tra l’anima più comica e quella gialla. Pur nell’ambito di una commedia, la parte del giallo, del poliziesco, assume così una forma più compiuta e definita. I due episodi di Cops 2 hanno entrambi un’identità ben chiara, con un caso che potrebbe essere presente anche in una serie tv poliziesca, ma declinato in chiave comica. Ridere delle dinamiche della polizia senza però risultare banale è quindi la formula giusta trovata in questa seconda stagione.

L’aggiunta del personaggio della procuratrice Catia, giovane e inesperta che rimane affascinata dalla figura del commissario Cinardi, convince per il suo andare oltre gli stereotipi del caso e mostrando le fragilità di chi per la prima volta si approccia a un nuovo lavoro. Migliorano anche le dinamiche tra i personaggi, tutti molto più coinvolti nel vivo dell’azione e delle indagini, compreso Tonino che aveva un po’ il rischio di diventare un’anonima macchietta e invece trova una sua identità e dignità. Colpisce poi i Cops la voglia di lasciare messaggi dietro la commedia. Vediamo il primo gay pride di Apulia sfidare la processione dei penitenti o una giornalista portare tutta la contemporanea ossessione per l’esagerazione mediatica nel paesino pugliese. Un secondo ciclo convincente e che fa ben sperare per il futuro, voto 7 perchè il formato più seriale da 30/45 minuti sarebbe decisamente più adatto. Riccardo Cristilli

Il cast

  • Claudio Bisio: commissario Cinardi
  • Pietro Sermonti:  Nicola O’Sicc
  • Francesco Mandelli: Benny the Cop
  • Giulia Bevilacqua: Mara Crocifissa, poliziotta
  • Dino Abbrescia: Tonino, gestore del chiosco davanti la questura
  • Guglielmo Poggi: Tommaso, centralinista del commissariato
  • Tullio Solenghi: Don Filippo (primo episodio)
  • Ninni Bruschetta: Il Conte (secondo episodio)
  • Massimo De Lorenzo: Don Manolo (primo episodio)
  • Gaia Messerklinger: Catia
- Pubblicità -